Crea sito

Serie D -News-

5a giornata F.O.: Sei Rose Rosignano 79-76 Gruppo Gradi Valdera (dts).

26 aprile 2013

L'Avis Rosignano chiude in bellezza la stagione 2012/2013 con la terza vittoria nelle ultime tre partite, imponendosi al PalaBalestri sulla Pallacanestro Valdera dopo un tempo supplementare con il punteggio 79-76, vittoria che tra le mura amiche mancava dal 15 dicembre 2012 valida per la 1a giornata del girone di ritorno contro la Pielle Livorno; per Valdera si tratta di retrocessione in promozione, che poteva evitare vincendo contro Rosignano e sperando nel passo falso casalingo di Viareggio contro Massa e Cozzile, che però surclassa 71-40 i valdinievolini, già con la testa ai playoff e sicuri del 2° posto in classifica.

Rosignano parte subito col piede sull'acceleratore, parziale di 10-1 nei primi 4' con 6 punti dalla media di Arzilli e un'ottima circolazione di palla in attacco ben orchestrata da Saletti, cercando più volte il gioco sottocanestro anche con Manzi; ma ecco che Valdera si sveglia e recupera lo svantaggio dei primi minuti, concludendo il 1° quarto in vantaggio 19-21. Il Sei Rose continua a costruire ottime trame offensive, con Chesi abile a smistare il gioco e a trovare smarcati Bernardini, Fabbri, Diagne e Manzi che segnano canestri importanti e che consentono a Rosignano di sorpassare e allungare fino al 42-36 di metà partita. Al rientro dagli spogliatoi, le 2 stoppate di Diagne e Fabbri e le 5 palle recuperate di squadra limitano gli attacchi di Palazzuoli&co., che rispondono alzando la pressione difensiva, subendo solamente 8 punti dal Sei Rose nel 3° quarto e terminando il parziale sul 50-48 per i locali. Ad inizio 4° quarto, la paura di retrocedere di Valdera si tramuta in grande intensità di gioco e i pisani sorpassano nel punteggio Rosignano, toccando gli 8 punti di vantaggio, ma Tonelli risponde con 9 punti di classe e quasi consecutivi negli ultimi 10', consentendo a Rosignano di ridurre in parte il gap. A 40" dalla fine della partita sul 61-66 per Valdera, Fabbri segna la tripla del -2; in lunetta, prima Chesi e poi Manzi a 20" dalla fine, hanno la possibilità del sorpasso ma entrambi fanno 1/2. Col punteggio sul 68-68, rimessa in attacco per Valdera e 8" da giocare, Manzi è costretto a spendere un fallo a 2" dalla fine per evitare un facile canestro da sotto, ma la mano del numero 8 di Valdera trema proprio sul più bello e il suo 0/2 al tiro libero manda le due squadre al tempo supplementare. Bernardini e Chesi portano subito avanti Rosignano, ma ancora negli ultimi secondi la partita rimane punto-punto; il fallo e canestro di Chesi negli ultimi 10" è decisivo e condanna Valdera alla retrocessione in promozione, indipendentemente dal risultato di Viareggio.

PARZIALI: 19-21, 42-36, 50-48, 68-68, 79-76 (dts).
ARBITRI: Fattori di Fucecchio e Di Salvo di San Giuliano Terme.

SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 11, Salvadori 0, Saletti 7, Bernardini 20, Manzi 9, Fabbri 7, Tonelli 11, Diagne 6, Arzilli 8, Zaccagnino 0.
GRUPPO GRADI VALDERA : Gorgeri 19, Toni 3, Cartacci 8, Balducci D., Balducci G. 10, Ragli 10, Buti, Antonelli, Palazzuoli 26. All. Doveri.

CLASSIFICA FINALE: Meloria Livorno 40, Massa e Cozzile 36, Carrara 32, Donoratico 32, U.S. Livorno 30, Pielle Livorno 30, Pisa 26, Rosignano 22, Chiesina 20, Lucca 18, Viareggio 14, Valdera 12.

VERDETTI: Meloria Livorno promossa in Serie C Regionale; Massa e Cozzile, Carrara, Donoratico e U.S. Livorno ai playoff, Valdera retrocessa in Promozione.

4a giornata F.O.: Libertas Lucca 69-74 Sei Rose Rosignano.

21 aprile 2013

L'Avis Sei Rose Rosignano espugna la palestra Matteotti di Lucca con il punteggio 69-74 e conquista matematicamente l'ottavo posto in classifica, ancor prima di disputare l'ultima partita di campionato in casa contro Valdera, in virtù degli scontri diretti a favore sia con i Lucchesi che con Chiesina, dirette inseguitrici dei biancoblù a 2 lunghezze distanza.

Rinvigoriti dal successo ottenuto sul campo di Chiesina, Rosignano non sbaglia l'approccio al match, come accaduto nella pesante sconfitta casalinga del girone di ritorno, ed impone sin da subito il proprio gioco grazie al collettivo, con 6 giocatori a referto su 6 impiegati da coach Bongini nei primi 10'; solo nel finale di 1° quarto Lucca riesce a rosicchiare qualche punto al Sei Rose, che termina 15-16 per gli ospiti. Nel 2° quarto, la pressione difensiva dei biancoblù cala e Lucca reagisce portandosi in vantaggio; è ancora il gruppo l'arma dell'attacco solvaino, con Chesi abile a smistare il gioco e con Bernardini, Manzi e Saletti tra i più positivi, ma sono troppi i 24 punti subiti nei secondi 10' e all'intervallo Lucca conduce 39-32. Al rientro dagli spogliatoi, il copione della partita non cambia e il gap di distacco tra le due squadre rimane invariato per l'intera durata del tempino; i segnali positivi arrivano da Arzilli, dominatore sottocanestro su entrambi i lati del campo, e dalla difesa, con soli 13 punti subiti nel 3° quarto, che si conclude sul 52-44 per Lucca. Ma ecco che Rosignano mette le mani sulla partita grazie a 5 minuti super di Bernardini, che realizza 11 punti solo nel 4° quarto prima di uscire dal campo per 5 falli; il sorpasso porta la firma di "bomber" Tonelli con 2 triple negli ultimi 3' di partita e la freddezza ai tiri liberi di Chesi e Saletti nei secondi finali permette a Bongini e ai suoi ragazzi di portare a casa la vittoria con il punteggio di 69 a 74.

ARBITRI: Panicucci di Ponsacco e Salvo di Pisa.
PARZIALI: 15-16, 39-32, 52-44, 69-74.

LIBERTAS LUCCA : Romei 4, Lorenzi 16, Aytano 7, Guglielmo 14, Mattei 3, Pardini 4, Genovali 7, Garzella, Bandini 6, Bonari 8. All. Giuntoli.
SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 8, Saletti 9, Bernardini 20, Giammalva 2, Fabbri 4, Manzi 8, Arzilli 8, Diagne, Tonelli 15, Zaccagnino. All. Bongini.

3a giornata F.O.: Don Carlos Chiesina 62-68 Sei Rose Rosignano.

14 aprile 2013

Dopo 3 lunghi mesi di astinenza, l'Avis Rosignano ritorna a vincere espugnando per la seconda volta in questo campionato il campo di Chiesina con il punteggio di 62 a 68.

Il Sei Rose scende in campo col piglio giusto e si porta subito in vantaggio; in attacco Tonelli con 2 triple e Bernardini, rispettivamente 8 e 5 punti nel 1° quarto, dimostrano di avere sin da subito la mano calda, mentre Arzilli con 2 recuperi e una stoppata fa la voce grossa in area e le iniziative di Chesi e Manzi caricano di falli i locali che al termine dei primi 10' sono sotto 17-19. Nel 2° quarto, il ritmo della partita si abbassa ma è sempre Rosignano a fare la partita con Chesi e Bernardini costanti spine nel fianco della difesa di Chiesina e a metà partita i biancoblù allungano fino al 28-35. Al rientro dagli spogliatoi, però, Chiesina si sveglia e a circa metà del 3° quarto raggiunge la parità nel punteggio; Rosignano non trova più conclusioni con la stessa facilità dei primi 20' e la pressione offensiva dei locali costringe il Sei Rose a spendere ben 8 falli di squadra, concludendo il tempino sul 47-46 in favore di Chiesina. La situazione di equilibrio si protrae fino a pochi minuti dalla fine, quando Bernardini decide di cambiare marcia e di dare il colpo di grazia al Don Carlos, che comunque non molla la presa fino all'ultimo minuto; nel tentativo di recupero, i locali spendono falli per fermare il cronomentro, ma il trio Chesi-Bernardini-Manzi non falliscono dalla lunetta e riportano in casa Sei Rose una vittoria che mancava dalla trasferta di Viareggio del 13 gennaio.

DON CARLOS CHIESINA : Zobi 2, Kardjev, Mantelli 7, Ormeni 5, Salani 11, Antonini 8, Puccinelli 6, Giannecchini, Lavarini 2, Ndiaye 21. All. Taddei.
SEI ROSE ROSIGNANO : Salvadori, Chesi 12, Saletti, Bernardini 22, Manzi 11, Fabbri 2, Tonelli 15, Diagne, Arzilli 6, Zaccagnino. All. Bongini.

ARBITRI: Giustarini di Grosseto e Vincenti di San Miniato.
PARZIALI: 17-19, 28-35, 47-46, 62-68.

2a giornata F.O.: Sei Rose Rosignano 60-63 Vela Viareggio.

7 aprile 2013

Continua il periodo nero di Rosignano che cade al PalaBalestri contro l'ultima in classifica Viareggio con il punteggio di 60 a 63, incassando così il nono ko consecutivo e non vincendo più dal match di ritorno della prima fase proprio a Viareggio del 13 gennaio, mentre il Vela riapre la corsa salvezza approfittando della sconfitta di Valdera a Lucca, con la squadra pisana ad ormai 2 punti di distanza e con scontri diretti a favore di Viareggio.

Dopo solamente 3' di gioco, Viareggio si porta in vantaggio 0-7, complice qualche errore di troppo in fase di impostazione di gioco dei biancoblù, costringendo Bongini a chiamare timeout; la riscossa del Sei Rose porta la firma di Davide Tonelli, che con 2 triple in rapida successione riporta Rosignano a stretto contatto con gli avversari e terminando il 1° quarto sul 14-13 per la squadra di casa. Nel 2° quarto, le due squadre si alternano nella conduzione della gara, con 6 punti di Chesi che mantengono in equilibrio il punteggio; Rosignano attacca con più decisione il ferro e andando più volte in lunetta, ma il 3/12 da 2 punti nel quarto non permette ai biancoblù di entrare pienamente in ritmo, subendo così un minibreak di Viareggio nel finale di tempino e andando all'intervallo sul 29-32 ospite. Al rientro dagli spogliatoi, la difesa del Sei Rose aumenta di intensità e in attacco Arzilli e Manzi sono i terminali principali delle azioni di gioco; un canestro in penetrazione di Saletti allo scadere del 3° quarto porta il risultato in parità a quota 42. Nell'ultimo quarto, continua a persistere l'equilibrio, ma l'uscita dal campo per 5 falli di capitan Manzi rinvigorisce Viareggio che spara 2 triple in due azioni consecutive con Bertuccelli e Iacopini, portandosi a 3' dalla fine sul 50-59; ecco però che Rosignano risponde con 2 triple di Bernardini e Tonelli, ben serviti dai passaggi di Saletti, e con i tiri liberi di Arzilli e Chesi, con il punteggio sul 57-59 a 40" dalla fine della partita. Sul ribaltamento di fronte, però, Rosignano viene punita al 24° secondo dell'azione di gioco con la tripla di Iacopini da più di 8 metri dal canestro, con meno di 20" ancora da giocare; dalla rimessa in attacco Bernardini serve Fabbri che da oltre l'arco dei 3 punti non sbaglia e porta il Sei Rose sul 60-62 a 8" dal termine. Rosignano commette subito fallo e manda in lunetta Viareggio che fa 1/2; Bongini chiama timeout per organizzare l'ultima rimessa laterale per il possibile pareggio, ma il tentantivo di Tonelli da 3 non va ed è Viareggio a festeggiare. Al suono della sirena, il punteggio recita 60 a 63 in favore degli ospiti.

ARBITRI: Polizzi di Firenze e Iozzi di Colle Val d'Elsa.
PARZIALI: 14-13, 29-32, 42-42, 60-63.

SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 15, Saletti 3, Bernardini 8, Perez 3, Giammalva, Manzi 5, Fabbri 3, Tonelli 11, Diagne, Arzilli 12. All. Bongini.
VELA VIAREGGIO : Salvatori, Ghiselli 18, Simonetti ne, Raffaelli 8, Spilotro 4, Iacopini 18, Robinson 2, Romani 2, Bertuccelli 11. All. Giovannoni.

Sei Rose pronto a dare battaglia, arriva Viareggio per la prima gara della fase ad orologio.

4 aprile 2013

Dopo una lunghissima pausa durata tre settimane, si torna a giocare tra le mura amiche del PalaBalestri sabato 6 aprile alle ore 21:00 nella prima partita della fase a orologio contro il Vela Basket Viareggio.
Gli incontri effettuati nella prima fase contro Viareggio hanno visto vittoriosi i biancoblù per 79 a 67 in casa e 60 a 66 fuori casa.
Dobbiamo però anche ricordare che i biancoblù non vincono da otto partite e l’ultima vittoria risale proprio in trasferta a Viareggio.
Ciò nonostante l’Avis Rosignano ha raggiunto la salvezza matematica ancor prima di disputare le 4 giornate della fase ad orologio, con 8 punti di vantaggio e scontri diretti a favore contro l'ultima in classifica Viareggio, dal momento che è prevista una sola retrocessione e non le gare playout come accaduto nella scorsa stagione.
La squadra di Bongini dovrà quindi giocare queste quattro partite con la calma del caso ma dovrebbe riscattare la brutta parentesi finale della stagione regolare.
"Ma ora - sottolinea Bongini - si riparte dall’inizio. La regular season è un capitolo chiuso e dobbiamo affrontare queste partite con la consapevolezza che nessuno ci regalerà niente". Quindi il coach spiega quale atteggiamento vuole dai suoi: "In queste sfide voglio vedere rabbia e cattiveria, umiltà ma anche consapevolezza della nostra forza. Non dobbiamo sottovalutare i nostri avversari, ma neanche avere ansia". Quindi un appello ai tifosi: "Mi auguro di vedere un gran pubblico sugli spalti: in partite di questo genere può essere fondamentale".

Arbitreranno i Sig. : Polizzi Stefano di Firenze e Iozzi Andrea di Siena.

Convocati SEI ROSE ROSIGNANO : dopo l'allenamento di venerdì sera delle ore 21:00 al PalaBalestri.
Probabile formazione VELA VIAREGGIO : Taucci, Ghiselli, Simonetti, Raffaelli, Spilotro, Gazzentini, Iacopini, Robinson, Pardini, Bertuccelli. All. Giovannoni.

1a giornata F.O.: RIPOSO.

Fase a orologio, l’Avis Rosignano è già salvo.

19 marzo 2013

Finita la prima fase del campionato di pallacanestro di serie D regionale, si entra nel lungo periodo di sosta che si protrarrà fino al 22 marzo e con sabato 23 il torneo riprenderà con la prima giornata della cosiddetta fase ad orologio. Quella che prevede la formula secondo cui ogni squadra incontra le due che in classifica la precedono e le due che la seguono; Chiesina e Lucca e Viareggio e Valdera nel caso del Rosignano. La fine della competizione, per tutti il 25 aprile.
Quest'anno niente play off e play out. La formula è diversa, in quanto è prevista una sola promozione ed una retrocessione, mentre nella passata stagione erano due da una parte e altrettante dall'altra.
L'Avis Rosignano di coach Andrea Bongini ha centrato l'obiettivo salvezza con largo anticipo, e per i cestisti biancoblù tale appendice agonistica è dunque del tutto interlocutoria. Questi ultimi sono infatti a quota sedici e il fanalino di coda a quota otto, ma anche se perdessero tutti e quattro i match che rimangono da disputare e venissero agganciati da un Viareggio che ipoteticamente avesse fatto l'en plein a retrocedere sarebbero comunque i versiliesi essendo rimasti sconfitti in entrambi gli scontri diretti dagli atleti di Bongini.
L'Avis Rosignano salterà la prima giornata e giocherà nella seconda (in programma il 6 aprile) sul parquet del palazzetto dello sport "Gianni Balestri" alle 21 col Vela Viareggio. Appuntamento successivo una settimana dopo al Palafiume di Chiesina Uzzanese (domenica ore 18,00), avversario il Don Carlos. Nella quarta giornata Libertas Lucca-Avis Sei rose Rosignano alla palestra "Matteotti" di Sant'Anna a partire dalle 18,30. Infine la partita casalinga contro il Gruppo Gradi Valdera alle 21al palasport di via Nievo.

22a giornata: CMB Carrara 83-43 Sei Rose Rosignano.

11 marzo 2013

Il CMC passeggia con Rosignano 83 a 43 e chiude al quinto posto, dietro all'U.S. Livorno per la classifica avulsa, ma davanti Donoratico ed evita le prime due della classe nella fase a orologio. Match davvero senza storia, con i biancoblù di Bongini lontani parenti di quelli che avevano messo alle strette Massa e Cozzile nel recupero infrasettimanale. Ottavo ko in fila per i solvaini, asfaltati da una formazione apuana, davvero in palla, fin dall'avvio.

Le statistiche parlano da sole: nel 1° quarto Carrara piazza un parziale di 18-6, con Rosignano che segna un solo canestro dal campo con Fabbri su 10 tentativi di squadra e i tiri liberi di Chesi e Tonelli, troppe le palle perse e i rimbalzi sui due lati del campo concessi agli avversari. Soltanto Saletti e Tonelli cercano di risollevare in termini di punti e di intensità di gioco il brutto score dei primi 10', ma il trio Bruno-Donati-Fiaschi non perdona la squadra di Bongini sia in area che dalla lunga distanza e al riposo i locali sono avanti 39-21. Il 3° quarto è ancor più distastroso del 1°, parziale di 26-4 per Carrara e per il Sei Rose 2 canestri di Manzi e Tonelli su 12 di squadra dal campo, 11 falli commessi e un solo rimbalzo di squadra in tutto il quarto, sprofondando sul -40 (65-25). L'ultimo quarto è solamente per definire le statistiche, gli 11 punti di capitan Manzi permettono di pareggiare il parziale del tempino a quota 18, concludendo così il match 83-43 in favore di Carrara.

Nonostante la pesante sconfitta e gli 8 ko consecutivi, l'Avis Sei Rose Rosignano ha raggiunto la salvezza matematica ancor prima di disputare le 4 giornate della fase ad orologio, con 8 punti di vantaggio e scontri diretti a favore contro l'ultima in classifica Viareggio, dal momento che è prevista una sola retrocessione e non le gare playout come accaduto nella scorsa stagione; d'altro canto, però, non è più possibile agguantare il treno playoff, a 10 lunghezze di distanza, che aveva fatto tanto sognare, forse troppo, i biancoblù ad inizio gennaio prima del filotto di sconfitte. La squadra di Bongini dovrà quindi giocare in trasferta a Chiesina e a Lucca e tra le mura amiche contro Valdera e Viareggio e cercare di finire nel miglior modo possibile una stagione dai tre volti: una vittoria nelle prime 5 partite di campionato, 7 vittorie sui 9 match successivi per poi concludere con gli 8 ko consecutivi.

ARBITRI: Rosselli di Livorno e Zini di Viareggio.
PARZIALI: 18-6, 39-21, 65-25, 83-43.

CMB CARRARA : Degl'Innocenti, Donati 20, Diamanti 9, Fiaschi 17, Bruno 27,  Mancini 4, Malcontenti 2, Borghini, Peselli 2,  Lusuardi 2. All. Dell'Innocenti.
SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 6, Saletti 6, Bernardini 2, Perez, Manzi 15, Fabbri 2, Tonelli 10, Diagne, Arzilli 2,  Zaccagnino. All. Bongini.

Classifica della stagione regolare: Massa e Cozzile 34, Meloria Livorno 32, Pielle Livorno 28, U.S. Livorno 26, Carrara 26, Donoratico 26, Pisa 22, Chiesina 18, Lucca 16, Rosignano 16, Valdera 12, Viareggio 8.

Recupero 20a giornata: Basket Massa e Cozzile 67-65 Sei Rose Rosignano.

7 marzo 2013

Rosignano sfiora il colpaccio in casa della capolista Massa e Cozzile, cedendo 67-65 solamente negli ultimi secondi di partita, dopo un match ad alta intensità agonistica e in equilibrio per tutta la durata della gara.

Sono proprio i ragazzi di Bongini ad aggredire sin da subito la partita, mettendo una buona pressione difensiva sugli avversari e ragionando di squadra in attacco; Bernardini e Chesi dimostrano di avere la mano calda al tiro e servono assist per i compagni, mentre Arzilli fa la voce grossa a rimbalzo difensivo limitando la pericolosità del lungo Amabili e i biancoblù terminano il 1° quarto in vantaggio di 4 lunghezze (16-20). La capolista risponde all'acuto solvaino piazzando un break nel 2° quarto di 19-9 con Mugnai e Amabili, mentre il Sei Rose trova difficoltà ad attaccare la zona di coach Ingrosso e il 3/17 dal campo nei secondi 10' fa scivolare gli ospiti sul 35-29 di metà partita. Al rientro dagli spogliatoi, Rosignano subisce un mini-break da Massa e Cozzile che porta il proprio vantaggio sopra la doppia cifra con i canestri di Cappellini e Falossi, ma nella seconda metà del 3° quarto i biancoblù si schierano a zona e recuperano palloni con Chesi e Manzi e in attacco i punti di Arzilli e Bernardini, con Manzi in versione tutto fare che cattura rimbalzi offensivi, ricuciono lo svantaggio fino al 51-43 di fine parziale. Nell'ultimo quarto, Rosignano alza l'intensità difensiva e recupera palloni con Saletti e Fabbri, piazzando subito un mini-break con 7 punti dello stesso Saletti che sfrutta contropiedi in campo aperto e annullando il vantaggio di Massa e Cozzile ormai ridotto a un solo possesso; un fallo subito da Fabbri in azione di tiro provoca una reazione plateale di Meucci, a cui viene fischiato un fallo tecnico e l'uscita dal campo per 5 falli, mentre Fabbri rimane freddo dalla lunetta e il suo 4/4 porta Rosignano in vantaggio sul 55-58 a 4' dalla fine. Ecco però la reazione dei locali, che, con una tripla allo scadere dei 24" e una schiacciata in campo aperto di Falossi, piazzano un break di 10-0, portandosi sul 65-58 con ancora 2' da giocare; la partita sembra sfuggire di mano a Rosignano, ma, dopo il timeout chiamato da Bongini, il Sei Rose risponde prima con la tripla di Perez del -4, Amabili segna sul ribaltamento di gioco il +6 e successivamente un canestro da sotto di capitan Manzi ristabilisce i 4 punti di distacco. Ad un minuto dalla fine tutto è da decidere, Bernardini segna il -2 (67-65), i padroni di casa non realizzano e Rosignano ha la palla del pari o addirittura del sorpasso a 6" dal termine, ma sbaglia la rimessa; immediato il fallo sistematico a 4" dalla fine, i locali fanno 0/2 dalla lunetta, però la preghiera di Chesi da metà campo non va e la partita si chiude sul 67 a 65 in favore della capolista.

ARBITRI: Tortora di Pisa e De Santi di Lucca.
PARZIALI: 16-20, 35-29, 51-43, 67-65.

BASKET MASSA E COZZILE : Brancolini, Bini, Mugnai 12, Cappellini 13, Villa, Meucci 6, Falossi 23, Salvini, Nannini, Amabili 13. All. Ingrosso.
SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 11, Saletti 7, Bernardini 13, Perez 8, Manzi 10, Fabbri 6, Diagne, Arzilli 10, Zaccagnino. All. Bongini.

La classifica dopo 21 giornate: Massa e Cozzile 34, Meloria Livorno 30, Donoratico 26. Pielle Livorno 26, U.S. Livorno 24, Carrara 24, Pisa 20, Chiesina 18, Lucca 16, Rosignano 16, Valdera 10, Viareggio 8.

21a giornata: Sei Rose Rosignano 58-77 Don Carlos Chiesina.

3 marzo 2013

Continua il momento terribile di Rosignano. I biancoblù di Bongini, senza Tonelli e Perez out per influenza, incassano al PalaBalestri la sesta sconfitta consecutiva del girone di ritorno, la quarta sul parquet amico. A far festa alla sirena è Chiesina con il punteggio di 58 a 77, che non vinceva dal match interno contro il Vela Viareggio.

Match che inizia all'insegna dell'equilibrio tra le due squadre, con gli attacchi che prevalgono sulle difese; l'ottimo impatto sulla partita di Diagne, Bernardini e Arzilli permette a Rosignano di rimanere a contatto con Chiesina alla fine del 1° quarto (18-22). Alla ripresa del gioco, il copione della partita non cambia; i punti di Bernardini, Arzilli e Manzi, accompagnati dagli assist di Chesi e dai rimbalzi in attacco di Fabbri, mantengono il Sei Rose sotto nel punteggio e il gioco da 3 punti di Zaccagnino chiude la prima metà di gara sul 37-41 in favore degli ospiti. Al rientro dagli spogliatoi, Rosignano non trova più la via del canestro mentre Chiesina riempie di falli la squadra di casa, con Manzi out per falli e Saletti a quota 4, andando in lunetta e allungando fino al +18 al 30° minuto (45-63). Nell'ultimo quarto, Rosignano continua ad attaccare con scarse percentuali al tiro e la partita termina sul 58-77 per Chiesina, che scavalca Rosignano in classifica e ribalta la differenza canestri del match di andata (79-83 per Rosignano).

Per la truppa di Bongini un brutto ko, non il miglior modo per presentarsi al recupero infrasettimanale sul campo della prima della classe, Massa e Cozzile, per poi chiudere la prima fase nuovamente in trasferta sul parquet di Carrara. Si cercherà di recuperare al meglio dall'influenza Tonelli, Perez e Fabbri che è rientrato solamente venerdì a disposizione di Bongini, più difficile il recupero di Giammalva dall'infortunio.

ARBITRI: Polizzi di Firenze e Brizzi di Pistoia.
PARZIALI: 18-22, 37-41, 45-63, 58-77.

SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 7, Saletti, Bernardini 17, Fabbri, Salvadori, Manzi 8, Arzilli 8, Diagne 10, Zaccagnino 8, Pozzi. All. Bongini.
DON CARLOS CHIESINA : Bagnoli 17, Zobi, Kardjev 2, Martelli 9, Ormeni 9, Salani 12, Puccinelli 13, Giannecchini 1, Iozzelli 3, Ndiaye 11. All. Taddei.

Il Sei Rose sfida Chiesina al PalaBalestri.

27 febbraio 2013

Dopo la pausa forzata di sabato scorso a causa del maltempo, i biancoblù andranno in campo sabato 2 marzo alle ore 21:00 al PalaBalestri contro il Basket Chiesina per la penultima giornata (ultima casalinga) della regular season del campionato regionale di serie D girone B.
La gara contro Massa e Cozzile sarà recuperata mercoledi 6 marzo alle ore 21:15 .
La compagine biancoblù è chiamata a cercare un risultato positivo che ormai è diventato una chimera.
Un ruolino di marcia che non soddisfa l’allenatore, Andrea Bongini, che vuole un’accelerazione dai suoi: "Ci vuole una bella vittoria, per acquisire maggiore fiducia nei nostri mezzi. Il Chiesina è compagine di tutto rispetto, che viene dalla sconfitta interna subita contro il Basket Donoratico: ci troveremo di fronte un’avversaria rognosa, ma siamo anche consapevoli di avere le qualità necessarie per vincere. Dobbiamo scendere in campo col coltello tra i denti e così deve essere ad ogni partita".
Bongini sprona i suoi: "I ragazzi lavorano tanto nel corso della settimana, dobbiamo essere più bravi a concretizzare".

Arbitreranno i Sig.: Polizzi Stefano di Firenze e Brizzi Andrea di Pistoia.

All’andata Rosignano prevalse su Chiesina con il punteggio 83 a 79.

Classifica al 24/02/2013 : Massa e Cozzile 30, Meloria Livorno 28,Carrara 24, Donoratico 24, Pielle Livorno 24,U.S. Livorno 22, Pisa 20, Rosignano 16, Chiesina 16, Lucca 16, Valdera 10, Viareggio 8.

Convocati SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Manzi, Arzilli, Pozzi, Tonelli (Diagne), Salvadori, Zaccagnino. All. Bongini.
Probabile formazione DON CARLOS CHIESINA : Bagnoli, Moroni, Martelli, Ormeni, Salani, Antonini, Puccinelli, Iozzelli, Ndiaye, Frosini. All. Taddei.

Rinviato il match a Massa e Cozzile a causa del maltempo.

23 febbraio 2013

La gara contro Massa e Cozzile è stata rinviata a causa del maltempo e sarà recuperata mercoledi 6 marzo alle ore 21:15.

Il riscatto di Rosignano passa da Massa e Cozzile.

21 febbraio 2013

Dall'ultima della classe alla capolista. Il riscatto dell'Avis Rosignano, reduce dal ko interno con Valdera, passa dalla palestra di Margine Coperta, dove affronterà Massa e Cozzile nella terz'ultima giornata della prima fase. Anche la formazione di Ingrosso viene da una sconfitta, a Donoratico, la seconda consecutiva lontano dal parquet amico, mentre la striscia negativa dei biancoblù di Bongini è arrivata a quota cinque. L'occasione di sabato sera, palla a due alle 21:15, non è certo delle più semplici, ma il coach di Rosignano sprona i suoi: “Mi aspetto una reazione. Abbiamo bisogno di punti e dobbiamo dimostrare di essere in grado di piazzare delle zampate vincenti, anche in partite difficili. Giocatori come Chesi e Manzi devono crescere, prendere per mano la squadra in un momento così difficile”. Sulla carta pronostico chiuso, ma al PalaBalestri per poco non riuscì lo scherzetto. Rosignano risalì da -14 a -4 con palla in mano, non riuscendo a concretizzare il possesso, con qualche polemica per le decisioni dei due fischietti.

Classifica alla 19a giornata: Massa e Cozzile 30, Meloria 28, Carrara 24, Donoratico 22, Pielle Livorno 22, U.S. Livorno 20, Pisa 18, Rosignano 16, Chiesina 16, Lucca 14, Valdera 10, Viareggio 8.

Arbitreranno i Sig.: Tortora Giuseppe di Pisa e De Santi Leonardo di Lucca.

Probabile formazione BASKET MASSA E COZZILE : Brancolini, Testa, Cappellini, Bini, Meucci, Salvini, Villa, Nannini, Amabili, Falossi. All. Ingrosso.
Convocati SEI ROSE ROSIGNANO : Dopo l'allenamento di venerdì sera alle ore 21:00 al PalaBalestri.

19a giornata: Sei Rose Rosignano 70-76 Gruppo Gradi Valdera.

17 febbraio 2013

Valdera passa sul campo di Rosignano e riapre la lotta per la salvezza superando in classifica il Vela, mentre Rosignano incassa la quinta sconfitta consecutiva; una gara vissuta sempre sul filo dell'equilibrio fin dalla palla a due con vantaggi minimi da una parte all'altra.
All'inizio si segna poco (6-4 dopo 4') con le due squadre che sbagliano qualcosa di troppo e così alla prima pausa il tabellone dice 15-17. Valdera prova ad andarsene con una tripla di Ragli che dopo 2' e spiccioli scrive il +7 mentre in campo gli allenatori mettono in scena una battaglia tattica fatta di variazioni di difese alternando uomo e zone. I padroni di casa recuperano qualche pallone e ricuciono subito, provando a loro volta a scappare con una tripla di Tonelli a cui però risponde subito Rinaldi. All'intervallo c'è un punto tra le due formazioni, l'equilibrio continua a regnare per tutto il terzo quarto che i livornesi chiudono avanti solo grazie ad un jump di Perez sulla sirena. Ci pensa Rinaldi a dare la scossa alla gara colpendo dall'arco per quello che si rivelerà l'allungo decisivo. Valdera tocca il +9 a poco più di 4 dalla fine, Rosignano sembra aver perso un po' di smalto e mette in piedi un paio d'attacchi fumosi che valgono il +11 ospite. Manzi però non ci sta e con un fallo e canestro accorcia per ben due volte a 7 lunghezze, ma il tempo inizia a scarseggiare. Arzilli conquista un rimbalzo in attacco e fa il -6, trasformato in amen in -4 dal recupero di Tonelli (67-71). Stavolta è Valdera a capirci poco, Palazzuoli sbaglia il colpo del ko e sempre il solito Tonelli mette la tripla del 70-71 quando mancano 10" alla sirena. Doveri vuole la palla all'esperto Palazzuoli che incassa il fallo e non trema; Rosignano disegna l'azione per Tonelli, ma il tiro del pareggio rimbalza sul ferro finendo in mano di Gorgeri che cala definitivamente il sipario.

PARZIALI: 15-17, 34-33, 50-48, 70-76.
ARBITRI: Fattori di Fucecchio e Poli di Prato

SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 8, Saletti 4, Bernardini 12, Fabbri, Perez 4, Manzi 17, Arzilli 6, Salvadori ne, Tonelli 17, Pozzi 2. All. Bongini.
GRUPPO GRADI VALDERA : Gorgeri 17, Toni, Rinaldi 20, Cartacci 9, Balducci D., Ragli 10, Buti 2, Palazzuoli 13, Barnini ne, Balducci G. 3. All. Doveri.

Bongini fiducioso, con Valdera imperativo vincere!

10 febbraio 2013

Ho visto una squadra in crescita dopo le ultime deludenti uscite, che ha tenuto testa in trasferta per tutta la gara ad una U.S. Livorno, che veniva da 3 vittorie nelle ultime 4 gare, di cui 2 ottenute in maniera netta sui campi di squadre super come Carrara e Donoratico. Abbiamo ritrovato la difesa che deve costituire il marchio di fabbrica della nostra squadra; abbiamo ritrovato la voglia di non  mollare come quando, nel 3° quarto, sotto di 9, abbiamo saputo reagire ed andare sopra di 2 e, pur essendo sempre stati sotto, abbiamo saputo restare attaccati alla partita fino a 2 minuti dalla fine quando eravamo sotto di 6 punti con palla in mano.
Sono tutti segnali incoraggianti che fanno capire che la squadra piano piano si sta ritrovando dopo un periodo difficile in cui abbiamo perso molta fiducia. Ora dobbiamo pensare alla prossima gara interna contro Valdera, una gara che dobbiamo assolutamente vincere e che vale molto di più dei due punti in palio; per noi sarà fondamentale infatti per ritrovare quella fiducia e quella sicurezza che ci hanno permesso di ottenere 7 vittorie in 9 partite prima del tracollo dell’ultimo mese. I playoff sono ancora lì, a 4 punti; pensiamo ad una gara alla volta, senza fare programmi a lunga scadenza, ma costruendo il nostro futuro mettendo un mattone sopra all’altro.

I risultati della 18a giornata: Lucca 72-59 Pisa, Chiesina 75-78 Carrara, Massa e Cozzile 74-71 Pielle Livorno, Viareggio 66-75 Meloria Livorno, Valdera 73-69 Donoratico.

La classifica: Massa e Cozzile 30, Meloria Livorno 26, Carrara 22, U.S. Livorno 20, Pielle Livorno 20, Donoratico 20, Chiesina 16, Pisa 16, Rosignano 16, Lucca 14, Viareggio 8, Valdera 8.

18a giornata: U.S. Livorno 62-49 Sei Rose Rosignano.

10 febbraio 2013

Altro ko per il Sei Rose Rosignano di Bongini che si arrende al PalaCosmelli di Livorno contro l'U.S. Livorno 62-49, una sconfitta diversa dalle ultime batoste subite dai biancoblù che sono rimasti in partita fino a 3' dalla fine.

Partono meglio i Livornesi con i canestri di Orsini e Nicholas Bettini e i ragazzi di Trocar si portano avanti 8-2, ma, a differenza delle ultime due uscite, il quintetto iniziale di Bongini reagisce di squadra sfruttando il buon impatto sulla partita di Fabbri e Chesi; pesa in negativo però il 5/17 dal campo nel 1° quarto di Rosignano e il parziale dei primi 10' è a favore di Livorno che conduce 17-12. Nel 2° quarto, la difesa solvaina aumenta la pressione difensiva mettendosi a zona 2-3 che permette di recuperare qualche possesso con ottimi break a centrocampo di Saletti, ma i biancoblù si rammaricano per un paio di contropiedi non concretizzati in punti; alle 2 triple messe a segno da Orsini risponde Bernardini con 6 punti che permette a Rosignano di andare all'intervallo sul 29-24. Al rientro dagli spogliatoi, l'andamento del match non cambia; ai canestri di Busoni e Vukich risponde Tonelli con 2 triple in rapida successione, la zona box&1 su Orsini è efficace e a rimbalzo difensivo Arzilli fa la voce grossa, ma le 8 palle perse nel 3° quarto per fischi di infrazione di passi e di falli di sfondamento dubbi non fanno cambiare marcia al Sei Rose che al 30' è sempre a -5 (43-38). Nell'ultimo quarto, Rosignano continua a difendere bene a zona 2-3 e in attacco i punti di Bernardini e Manzi mantengono l'Avis ad un solo possesso di distanza, ma 2 triple consecutive di Bettini piazzano un break di 8-0 in favore di Livorno a 3' dalla fine; la terza tripla di Bettini chiude definitivamente il match sul 62-49, con i livornesi che riescono a ribaltare la differenza canestri del 77-66 dell'andata in favore di Rosignano e che salgono in classifica a quota 20, mentre il Sei Rose deve incassare la quarta sconfitta consecutiva e rimane a 16 punti.

PARZIALI: 17-12, 29-24, 43-38, 62-49.
ARBITRI: Salaris di Massa e Lombardo di Livorno.

U.S. LIVORNO : Vukich 9, Lazzotti, Orsini 15, Caluri 6, Davini 5, Scardigli, Giannetti, Raugi 2, Busoni 10, Bettini 15. All. Trocar.
SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 7, Saletti 2, Bernardini 14, Fabbri 6, Zaccagnino ne, Manzi 10, Arzilli 2, Giammalva, Tonelli 8, Pozzi. All. Bongini.

Avis Sei Rose al PalaCosmelli contro U.S. Livorno per il riscatto.

8 febbraio 2013

Sabato 9 febbraio (ore 19:15), i biancoblù sfidano al PalaCosmelli di Livorno l’U.S. Livorno in un match da vincere ad ogni costo per riscattare le ultime 3 sconfitte. La compagine solvaina è chiamata a cercare un risultato positivo prima della prossima gara casalinga contro il Valdera; un periodo che non soddisfa l’allenatore Andrea Bongini che vuole un’accelerazione dai suoi: "Ci vuole una bella vittoria per acquisire maggiore fiducia nei nostri mezzi". L’U.S. Livorno è compagine di tutto rispetto, che viene dalla vittoria in trasferta inflitta al Donoratico. Ci troveremo di fronte un’avversaria rognosa, ma siamo anche consapevoli di avere le qualità necessarie per vincere. Dobbiamo scendere in campo col coltello tra i denti e così deve essere ad ogni partita". Bongini sprona i suoi: "I ragazzi lavorano tanto nel corso della settimana, dobbiamo essere più bravi a concretizzare.Voglio vedere una squadra che scende in campo col piede giusto, convinta e concentrata, come invece spesso non è accaduto".
Ancora una volta c'è incertezza sull'impiego di alcuni elementi, le cui condizioni saranno valutate dopo l'allenamento di venerdì sera dallo staff solvaino, che deciderà di conseguenza se farli giocare. All’andata Rosignano prevalse su Livorno per 77 a 66.

Arbitreranno Salaris di Massa e Zini di Lucca.

Convocati SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Manzi, Arzilli, Pozzi, Tonelli, Giammalva, Zaccagnino. All. Bongini.

Bongini dopo il -31 casalingo contro Lucca: "Calma e reagire!"

6 febbraio 2013

Dopo la pesante sconfitta subita a Meloria - spiega il coach Andrea Bongini - avevamo tutti una gran voglia di riscatto, ma evidentemente siamo in un momento difficile, forse il peggiore della nostra stagione, come dimostra il primo quarto giocato in casa sabato sera contro Lucca dove eravamo sotto di 17 punti con la gara già fortemente compromessa.
Non abbiamo giocato di squadra; nella difficoltà, anziché giocare insieme in attacco ed aggrapparci alla difesa come avevamo già fatto tante volte in questa stagione, abbiamo cercato di risolvere le cose in maniera individuale con tiri affrettati e senza copertura a rimbalzo che hanno solo generato praterie per il loro contropiede e scavato un divario tra le due squadre.
A questo punto - ammette il tecnico - è importante rimanere tranquilli con la testa; non innervosirsi, non farsi prendere dalla paura. Dovevamo stare calmi quando le cose venivano bene e dobbiamo rimanere a maggior ragione calmi ora perché comunque la squadra ha tanta qualità e prima o poi riusciremo di nuovo a tirarla fuori.
Il problema maggiore per me ora è quello di far capire ai ragazzi di non farsi sopraffare dalla delusione; non è che improvvisamente non sappiamo più giocare a basket o che le cose non ci riescono più; è solo un periodo così. Guardiamo alle cose buone fatte finora; nel girone di ritorno viaggiamo al 50% di vittorie; dall’inizio del campionato abbiamo un record di 8 vinte/9 perse; abbiamo i playoff a 4 punti e 10 punti di vantaggio dalla zona retrocessione.
Coach Bongini invita quindi a rimanere tranquilli: "Ora sembra tutto nero, ma non facciamo drammi. Rimaniamo lì con la testa e reagiamo di fronte a un periodo difficile che indubbiamente stiamo attraversando, pronti a rialzarsi e a ritrovare la vittoria”.

17a giornata: Sei Rose Rosignano 61-92 Libertas Lucca.

3 febbraio 2013

L'Avis Rosignano sprofonda al PalaBalestri contro la Libertas Lucca 61 a 92, una partita senza senza storia e punteggio mai in discussione.

Partenza shock per il Sei Rose che dopo 90" di gioco subisce 2 triple consecutive e lo 0-8 iniziale di Bonari costringe coach Bongini a chiamare immediatamente timeout, ma i problemi per i locali sembrano accumularsi uno dietro l'altro; le 7 palle perse e il 3/12 al tiro nel 1° quarto testimoniano la grossa difficoltà dei biancoblù di attaccare la difesa lucchese e le conclusioni forzate nella metà campo offensiva senza equilibrio difensivo consentono a Lucca di capitalizzare in punti facili contropiedi, allungando fino al 9-26 di fine tempino. Nel 2° quarto, il tabellone del punteggio del PalaBalestri è malfunzionante e alcune decisioni della coppia arbitrale fanno innervosire i ragazzi di Bongini per le numerose interruzioni di gioco; Rosignano riesce comunque a trovare qualche buona soluzione al tiro rispetto alla prima frazione, ma Lucca dimostra ancora di essere in giornata super al tiro da oltre l'arco con 3 triple di Pardini che fanno sprofondare il Sei Rose fino al -24 di metà partita (26-50). Al rientro dall'intervallo lungo, Tonelli si dimostra il più attivo dei suoi in fase realizzativa nel quarto, con 11 punti e buoni movimenti in post basso, ma ogni giocatore di Lucca dà il proprio contributo in attacco con veloce circolazione di palla trovando sempre l'uomo smarcato e il vantaggio degli ospiti aumenta ancora fino al 45-74 di fine 3° quarto. Come nelle due partite precedenti, l'ultimo quarto conta relativamente ai fini della vittoria per il Sei Rose; gli 11 punti di Chesi permettono a Rosignano di riaccorciare fino al -19 e di giocarsela per non ribaltare la differenza canestri a pochi minuti dal termine, ma i 16 falli fischiati ai ragazzi di Bongini nel parziale mandano in lunetta i ragazzi di Giuntoli che espugnano Rosignano 61 a 92.

PARZIALI: 9-26, 26-50, 45-71, 61-92.
ARBITRI: Salvo Simone di Pisa e Pergola Fabio di Pistoia.

SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 11, Salvadori, Saletti 6, Bernardini 2, Perez 5, Gianmalva 3, Manzi 7, Fabbri 1, Tonelli 18, Arzilli 8. All. Bongini.
LIBERTAS LUCCA : Romei 5, Bonari 18, Mattei 3, Guglielmo 10, Genovali 11, Bandini 3, Aytano 6, Lorenzi 11, Poli 6, Pardini 20. All. Giuntoli.

La batosta di sabato sera si aggiunge a quelle subite contro Pisa e Meloria Livorno e che mostrano una mini-crisi di risultati in casa Sei Rose, con un -69 in differenza canestri nelle ultime due uscite di campionato; i biancoblù sono chiamati quindi a riscattare questo periodo di sconfitte sin dalla prossima trasferta in programma sabato 9 febbraio al PalaCosmelli contro l'U.S. Livorno, vincente in giornata a Donoratico 45-57.

Anche nel 17° turno non sono mancate le sorprese negli altri campi; Carrara batte la capolista Massa e Cozzile 78-66, ma il Meloria Livorno non ne approfitta perchè sconfitto nel rocambolesco finale a Pisa 73-71. Rispettati invece i pronostici a Chiesina che batte Viareggio 69-60 e a Livorno dove la Pielle si impone su Valdera 64-44 dopo 34' di equilibrio.

Classifica alla 17a giornata: Massa e Cozzile 28, Meloria Livorno 24, Pielle Livorno 20, Donoratico 20, Carrara 20, U.S. Livorno 18, Pisa 16, Chiesina 16, Rosignano 16, Lucca 12, Viareggio 8, Valdera 6.

Le parole di coach Bongini dopo la debacle della Bastia.

29 gennaio 2013

Per prima cosa - esordisce il tecnico - vorrei fare i complimenti al Meloria che ha giocato una gran bella partita, confermando quanto si temeva alla vigilia, ovvero che è una squadra veramente attrezzata per il salto di categoria.
Per quanto riguarda i miei giocatori, sono insoddisfatto di quanto hanno fatto vedere; a tratti siamo stati imbarazzanti e soprattutto, per certi versi, mi sembra di esser tornato alle prime giornate quando a livello mentale non eravamo pronti ad affrontare partite come questa. Oggi mi ha deluso come siamo stati in campo, il modo in cui questa sconfitta è avvenuta e la mancanza assoluta di una benché minima reazione.
So però quello che i miei giocatori possono dare; lo hanno dimostrato ampiamente in queste ultime 11 giornate dove abbiamo collezionato ben 7 vittorie. Purtroppo però è un periodo in cui non riusciamo ad allenarci bene per il problema noto alla Tensostruttura e siamo costretti ormai da mesi a ridurre il numero di allenamenti per mancanza di spazi al PalaBalestri o a trovare soluzioni di fortuna in altri campi e, alla lunga, questa è una cosa che si paga.
Al di là della sconfitta, però, dobbiamo guardare le cose positive, ovvero che dopo 16 giornate abbiamo il 50% di vittorie, l’ultima in classifica è distanziata di 10 lunghezze e i playoff, insperati alla vigilia del campionato, a soli 2 punti; dobbiamo solo riprendere a lavorare con tranquillità e centrare subito una vittoria che ci ridia morale e fiducia e per far questo chiedo a tutti i miei giocatori, sia a quelli che più spesso sono partiti titolari che a quelli che invece solitamente partono dalla panchina, un ulteriore salto di qualità sia durante gli allenamenti che in partita.

16a giornata: Meloria Livorno 77-39 Sei Rose Rosignano.

27 gennaio 2013

Secondo ko consecutivo per la squadra di Bongini che viene surclassata dalla più quotata Meloria alla Bastia di Livorno 77 a 39 in un match durato poco più di un quarto.

La partenza dei padroni di casa è fulminea e in un batter d'occhio la squadra di Parcesepe, orfana di Raffaelli per infortunio e di Vortici per squalifica, si trova avanti 9-2 nei primi 5', ma 7 punti di Bernardini scuotono i ragazzi di Bongini e al primo riposo Meloria conduce 14-13. Il 2° quarto di Rosignano è disastroso, 30-5 in favore dei locali, 2/11 da 2 e 0/5 da 3, troppi tiri senza copertura nè rimbalzo nè in difesa e 6' senza segnare contro la zona 1-3-1 messa in campo da Parcesepe; il break di 17-0 di Mariani e Venditti ammazza definitivamente le gambe a Rosignano e all'intervallo il punteggio recita 44-18. Negli spogliatoi Bongini cerca di dare una reazione alla squadra invitando i propri ragazzi a non guardare minimamente il punteggio, ma al rientro in campo il Meloria continua a dimostrare una netta superiorità e il divario a fine 3° quarto aumenta ancora fino al +37 (64-27). Gli ultimi 10' di gioco sono una formalità e Rosignano incassa la seconda sconfitta consecutiva dopo il ko casalingo contro Pisa, toccando il punto più basso della stagione (-38, 77-39 il finale) contro una squadra che si è dimostrata sotto ogni punto di vista superiore ai biancoblù e che merita di lottare per la promozione diretta della categoria.

PARZIALI: 14-13, 44-18, 64-27, 77-39.
ARBITRI: Vincenti di San Miniato e Giuntarini di Lucca.

MELORIA LIVORNO : Storti 9, Seminara 4, Michelini 5, Rubini 7, Isetto 9, Mori 2, Luino 4, Mariani 18, Innocenti 2, Venditti 17. All. Parcesepe.
SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 8, Saletti, Bernardini 10, Fabbri, Perez 1, Manzi 8, Arzilli 6, Pozzi 2, Tonelli 2, Giammalva 2. All. Bongini.

Grosse sorprese sui campi di Capannoli e Viareggio, dove Valdera batte Carrara 70-65 e il Vela prevale su Pisa con una tripla allo scadere 65-64. Gli altri risultati di giornata: Massa e Cozzile 65-57 Chiesina, U.S. Livorno 60-65 Pielle Livorno, Lucca 0-20 Donoratico (non disputata per mancanza del medico della squadra di casa, pronosticabile quindi la vittoria a tavolino degli ospiti come quanto accaduto anche in favore di Rosignano nella 6a giornata). Nel prossimo turno, Rosignano sarà impegnato al PalaBalestri sabato 2 febbraio alle 21:00 contro Lucca.

Classifica alla 16a giornata: Massa e Cozzile 28, Meloria Livorno 24, Donoratico 20, Pielle Livorno 18, Carrara 18, Rosignano 16, U.S. Livorno 16, Pisa 14, Chiesina 14, Lucca 10, Viareggio 8, Valdera 6.

Avis Rosignano in trasferta contro il Meloria Livorno.

24 gennaio 2013

Il Sei Rose Rosignano si sta preparando ad affrontare la difficile trasferta di Livorno contro la seconda in classifica, il Meloria Basket 2000.
Fin da inizio stagione, i Livornesi sono considerati dagli addetti ai lavori una vera corrazzata. Per la partita di domenica 27 coach Bongini fa sapere: "Quella di domenica pomeriggio - dichiara Bongini - sarà una partita difficilissima, inutile negarlo. Loro sono una corazzata che punta decisa a vincere il campionato e, dopo la sconfitta patita sabato scorso a Donoratico, saranno ancora più arrabbiati. Se guardiamo al roster delle due squadre la differenza dei valori in campo è notevole, ma anche noi veniamo da un buon periodo e cercheremo di dimenticare in fretta la sconfitta patita sabato scorso in casa contro Pisa e faremo di tutto per rendergli la vita difficile. Storti, Raffelli e Mariani sono giocatori super per la categoria, ma anche il loro coach Parcesepe ha grande esperienza e riesce a guidare saggiamente questa bella squadra. Per quanto ci riguarda, noi non vogliamo fare progetti; siamo una squadra giovane che finora sta facendo bene, andiamo avanti di partita in partita cercando di interpretarla ciascuna come una finale in cui abbiamo il dovere di dare tutto, poi, alla fine della 26° giornata tireremo le somme."
Mancano ancora molte partite al termine della regular season della Serie D, ma questo impegno potrebbe valere una grossa fetta di stagione. Una vittoria biancoblù aprirebbe infatti un clima di tranquillità in vista della volata finale. Bisogna fare un passo alla volta e quello contro Meloria potrebbe essere un passo importante per assestarci nella zona alta della classifica.
All’andata i Livornesi prevalsero su Rosignano al PalaBalestri per 79 a 50.

Arbitreranno i Sig. : Vincenti Saverio di San Miniato e Luporini Stefania di Lucca.

Probabile formazione MELORIA LIVORNO : Storti, Seminara, Michelini, Rubini, Innocenti, Vortici, Luino, Mariani, Raffaelli, Innocenti. All. Parcesepe.
Convocati SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Perez, Manzi, Arzilli, Pozzi, Tonelli, Giammalva. All. Bongini.

Classifica alla 15^ giornata: Massa e Cozzile 26, Meloria Livorno 22, Carrara 18, Donoratico 18, Pielle Livorno 16, Rosignano 16, U.S. Livorno 16, Pisa 14, Chiesina 14, Lucca 10, Viareggio 6, Valdera 4.

Le parole di coach Andrea Bongini dopo la sconfitta casalinga contro Pisa.

20 gennaio 2013

Siamo partiti forte giocando una buonissima pallacanestro, - afferma Andrea Bongini - poi, già verso la metà del primo quarto, è iniziato lo show della squadra ospite che culminerà con l’11 su 17 da tre per un 65% al tiro che ci ha letteralmente ammazzati.
Noi le abbiamo provate tutte, abbiamo continuato a giocare bene in attacco, ma non abbiamo saputo trovare nessuna contromossa per arginare l’attacco pisano; tutto sommato però è positivo che a 4’ dalla fine fossimo ancora sotto 4 quindi in piena partita, poi da un rimbalzo difensivo non controllato e da un’infrazione dubbia fischiata contro di noi mentre eravamo lanciati in contropiede, sono arrivate le due bombe che di fatto hanno chiuso la partita.
Quando sono arrivato a Rosignano  - continua il coach - ho trovato un gruppo che stentava a credere nei propri mezzi, poi attraverso il sudore e il duro lavoro sono arrivati anche i risultati che ci hanno portato al 4° posto, quindi in piena lotta playoff e la nostra autostima è salita tanto. Il pericolo che temevo di più in questa fase era quello di montarsi la testa; quindi ben venga questa sconfitta che fa tornare coi piedi ben piantati per terra chi magari volava troppo alto e che ci dovrà servire per riprendere a lavorare con la stessa grinta e attenzione che ci hanno contraddistinto fin qui. Il cammino da fare è ancora tanto, ma se continueremo a lavorare con voglia ed umiltà ancora tante saranno le soddisfazioni che ci potremo togliere in questo campionato.
Un ringraziamento particolare infine - conclude Bongini - al pubblico presente, che ci ha sempre sostenuto durante tutta la gara credendo con noi nella rimonta, mi dispiace solo di non essere riuscito ad accontentarli, ma grazie davvero per l’apporto che ci ha tanto aiutato.

15a giornata: Sei Rose Rosignano 74-88 I.E.S. Sport Pisa.

20 gennaio 2013

Sconfitta amara al PalaBalestri per Rosignano che deve arrendersi 74 a 88 a Pisa proprio in un turno che poteva essere favorevole alla squadra di Bongini, nel quale le dirette rivali alla corsa playoff erano impegnate in scontri difficili contro squadre meglio piazzate in classifica.

Pronti via e subito il Sei Rose con Bernardini sembra intenzionato a voler centrare il poker in questo girone di ritorno, ma gli ospiti dimostrano una mano calda al tiro oltre l'arco soprattutto con Siena, 3/3 solamente nel 1° quarto; Pisa scavalca e allunga nel punteggio su Rosignano, costretto a rincorrere per tutto il parziale e per tutta la partita, che risponde con 6 punti di Arzilli in area e con Tonelli e Fabbri rispettivmente 4 e 6 punti, quest'ultimo completando un gioco da 4 punti in un'azione: il risultato alla fine del tempino dice +7 Pisa (23-30). Il divario rimane invariato nel 2° quarto, dove è sempre Pisa a condurre con percentuali micidiali al tiro, ma Rosignano non ci sta e risponde con 8 punti in area di Manzi e 5 sia per Tonelli che per Perez; a metà gara, gli ospiti gestiscono un vantaggio di 8 punti (41-49). Al rientro dall'intervallo lungo, Bongini alterna difese a uomo e zone di ogni tipo per limitare le alte percentuali dei Pisani, ma il copione della partita e il divario a fine 3° quarto non cambiano; entrambe le difese aumentano la pressione sugli attacchi e solo Manzi sembra il solo a saper attaccare la zona pisana, segnando 8 dei 14 punti del Sei Rose nel tempino che si conclude 55-63. Nell'ultimo quarto, Rosignano trova punti importanti da Perez e Tonelli che permettono di guadagnare qualche punto sugli avversari e Fabbri e Bernardini, entrambi classe '92, completano il recupero con 5 punti ciascuno e permettono ai locali di arrivare a -4 (68-72) a 4' dalla fine; il folto pubblico presente al PalaBalestri aumenta il tifo, ma proprio sul più bello due triple di Rinaldi e Fontana respingono il Sei Rose a -10. Nel tentativo di recuperare negli ultimi minuti, Rosignano si sbilancia in attacco concedendo punti facili a Pisa e i tiri liberi degli ospiti sanciscono la prima sconfitta per il Sei Rose nel girone di ritorno col punteggio di 74 a 88.

L'Avis Rosignano ha comunque dimostrato una buona pallacanestro in attacco, ma contro le micidiali percentuali al tiro di Pisa (11/17 da 3 e 18/24 ai liberi) era difficile far di più in difesa di quanto hanno mostrato i ragazzi di Bongini; per il Sei Rose al tiro, 40% da 2 (18/44), 42% da 3 (6/14) e 90% ai liberi (20/22). A poco sono servite le buone valutazioni di Fabbri, Tonelli, Manzi, Bernardini e Arzilli.

ARBITRI: Papini e Rosselli di Livorno.
PARZIALI: 23-30, 41-49, 55-63, 74-88.

SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 2, Saletti, Bernardini 14, Fabbri 13, Perez 10, Manzi 16, Arzilli 6, Diagne, Tonelli 13, Giammalva. All. Bongini.
I.E.S. SPORT PISA : Minuti 7, Siena 13, Fontana 15, Burato 2, Pardi 8, Della Bartola, Pichi 10, Giusti 8, Orsatti 9, Rinaldi 16. All. Campani.

Il Sei Rose Rosignano al PalaBalestri contro Pisa.

17 gennaio 2013

Si ritorna a giocare tra le mura amiche dopo due insidiose trasferte superate con due vittorie. L’ospite di turno è l'I.E.S. Sport Pisa, che attualmente occupa l'8a posizione in classifica con 12 punti ed è reduce dalla sconfitta casalinga contro Donoratico. All’andata i Pisani prevalsero su Rosignano per 67 a 58.
Rinvigoriti dal successo ottenuto sul difficile parquet di Viareggio, l’Avis Rosignano si prepara ad affrontare la gara in programma sabato 19 gennaio alle ore 21:00 al PalaBalestri di Rosignano Solvay, valida per la 4a giornata di ritorno del campionato. “Contro Viareggio abbiamo dimostrato di essere un gruppo compatto e motivato, in grado di reagire anche nei momenti difficili della gara, sia per le difficoltà causate dagli avversari che per gli errori commessi da noi stessi”, afferma il tecnico Andrea Bongini. “Con la vittoria siamo riusciti ad ottenere un risultato importante contro una squadra che pur non avendo raccolto molto in termini di punti, è riuscita a mettere in difficoltà anche squadre forti". Il tecnico mette in guardia la squadra da facili pregiudizi per la prossima partita: “Non bisogna assolutamente sottovalutare i nostri avversari. Lo Sport Pisa è una squadra spregiudicata, bisognosa di un riscatto per la sconfitta subita contro Donoratico e verrà a Rosignano con l’obiettivo di far la sua partita. Dovremo cercare di rimanere concentrati e affrontare la gara come la più difficile del campionato. Nella partita di domenica scorsa abbiamo speso molte energie, ma bisogna cercare di recuperare in fretta per arrivare preparati alla gara di sabato.”

Arbitreranno i Sig. : Papini Nicola e Rosselli Raffaele di Livorno.

Convocati SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Perez, Manzi, Arzilli, Diagne, Tonelli, Giammalva. All. Bongini.
Probabile formazione SPORT PISA : Minuti, Bruni, Siena, Fontana, Burato, Pardi, Pichi, Giusti, Orsatti, Rinaldi. All. Campani.

Classifica alla 14a giornata : Massa e Cozzile 24, Meloria 22, Carrara 18, Donoratico 16, Rosignano 16, Pielle Livorno 14, U.S. Livorno 14, Pisa 12, Chiesina 12, Lucca 10, Viareggio 6, Valdera 4.

14a giornata: Vela Viareggio 60-66 Sei Rose Rosignano.

13 gennaio 2013

Il Sei Rose Rosignano sbanca il PalaBarsacchi di Viareggio 60 a 66, mettendo a segno la 3a vittoria consecutiva nelle 3 giornate del girone di ritorno, la 5a vittoria consecutiva in trasferta e migliorando il record nelle ultime 9 giornate a 7 vittorie e 2 sconfitte dopo una brutta partenza nelle prime 5 partite del campionato.

Il match comincia sottotono per i biancoblù che faticano a trovare ritmo in attacco, mentre Bertuccelli e Raffaelli iniziano a scaldare la mano al tiro per i locali; un immarcabile Bernardini permette a Rosignano di mantenersi incollata nel punteggio grazie a ben 9 punti dei primi 11 di squadra, impreziositi da una schiacciata in faccia ad un avversario, ma il primo parziale si conclude con i padroni di casa in vantaggio 16-14. La trama non cambia nel 2° quarto, il Rosignano è costretto a rincorrerre il Viareggio, i canestri di Tonelli e un buon impatto sulla partita di Pozzi chiudono la prima metà di gara sul 32 a 27. Al rientro dall'intervallo lungo, coach Bongini cerca di scuotere i suoi alternando difese a zona e a uomo, ma nella prima parte del quarto Viareggio tocca la doppia cifra di vantaggio; ecco che alla metà del 3° tempino arriva la reazione degli ospiti con Tonelli e Arzilli che realizzano rispettivamente 7 e 6 punti nel parziale e consentono al Sei Rose di rifarsi sotto 49-47. L'inizio dell'ultimo quarto procede punto-punto fino a 3' dal termine, quando una tripla di Perez e 2 di Tonelli cambiano volto al match in favore di Rosignano; 2 canestri di Chesi allo scadere dei 24" dell'azione di gioco e i tiri liberi di Manzi permettono alla squadra di Bongini di espugnare Viareggio 60 a 66. Con questa vittoria, Rosignano rimane appaiata con Donoratico a quota 16 punti al 4° posto in classifica, quest'ultima vincente sul campo di Pisa; vincono anche Massa e Cozzile a Valdera, Meloria nel combattutissimo derby contro la Pielle, Carrara largamente su Lucca ed infine U.S. Livorno contro Chiesina.

Temevamo questa partita dopo la sosta lunga del periodo natalizio - commenta Bongini - ed infatti è stata una vittoria sofferta, ma anche fortemente voluta dai miei ragazzi che non hanno mollato mai, neppure quando il Vela ci aveva spinti indietro di 12 punti a metà terzo quarto. Siamo stati pazienti e molto maturi rispetto soprattutto alle prime uscite stagionali, quando chiedevo proprio ai miei ragazzi di avere quella forza e convinzione mentale che in quel periodo non avevamo, ma che ora abbiamo raggiunto. Ci siamo aggrappati alla difesa - continua il coach - così come già era avvenuto a Donoratico e contro la Pielle, concedendo solo 13 punti agli avversari negli ultimi 15’ di gara e da lì abbiamo poi trovato anche buone soluzioni offensive sia internamente con Arzilli e Manzi che perimetralmente con Tonelli, Chesi e Perez. Bene poi anche tutti gli altri, Bernardini, che  ha avuto un grande impatto sulla gara soprattutto all’inizio, Saletti, Fabbri, Pozzi e Giammalva; tutti hanno dato il loro contributo. Sono molto contento perché oggi siamo diventati una squadra e l’unione di questo gruppo, nel quale un ruolo fondamentale lo ricoprono anche Salvadori, Diagne, Zaccagnino e gli under Gavarini e Conti, sarà la nostra forza da qui alla fine del campionato.

PARZIALI: 16-14, 32-27, 49-47, 60-66.
ARBITRI: Papini Nicola e Ricciuti Mirko di Livorno.

VELA VIAREGGIO : Kaine 8, Stefanini 2, Ghiselli 8, Simonetti 4, Raffaelli 13, Spilotro, Gazzentini 6, Iacopini 5, Colligiani, Bertuccelli 14. All. Giovannoni.
SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 7, Saletti 2, Bernardini 10, Fabbri, Perez 6, Manzi 12, Arzilli 9, Pozzi 3, Tonelli 17, Giammalva. All. Bongini.

Il Sei Rose Rosignano a Viareggio a caccia della prima vittoria del 2013, parla Simone Raspo.

8 gennaio 2013

Passata la pausa delle festività natalizie, i ragazzi di coach Andrea Bongini hanno tenuto diverse sedute di allenamento che sono servite a tenere alto il ritmo e il morale del gruppo, a recuperare appieno gli infortunati e a proseguire al meglio l’inserimento e l’integrazione dei giovani nei giochi e negli schemi della squadra. Come già accennato il morale è buono e con gli ultimi allenamenti della settimana ci si prepara alla partita di domenica 13 gennaio alle ore 17,30 al PalaBarsacchi di Viareggio.
“Affrontiamo tutte le partite non guardando la classifica e mettendo tanto impegno in campo - spiega l’aiuto allenatore Simone Raspo - ma non dobbiamo sottovalutare il Viareggio che vorrà fare la sua partita, é una buona squadra che non merita la posizione che occupa in classifica e che ha nel roster gente di valore. Mi aspetto la solita partita maschia dell’Avis Rosignano che deve dare continuità ai propri risultati. Comincia il nuovo anno, ci aspettano duri esami, ma noi siamo pronti per dare il massimo”.
All’andata Rosignano prevalse su Viareggio con il punteggio 79 a 67.

Arbitri : Papini Nicola e Ricciuti Mirko di Livorno.

Probabile formazione VELA VIAREGGIO : Taucci, Ghiselli, Simonetti, Raffaelli, Spilotro, Gazzentini, Iacopini, Robinson, Pardini, Bertuccelli. All. Giovannoni.
Convocati SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Perez, Manzi, Arzilli, Pozzi, Tonelli, Giammalva. All. Bongini.

13a giornata: Uisp Donoratico 55-65 Sei Rose Rosignano.

23 dicembre 2012

Grande prova difensiva di squadra dell'Avis Rosignano che espugna il parquet di Donoratico 55 a 65 in un derby non bellissimo dal punto di vista estetico, ma con un'alta intensità agonistica.

Dopo il primo canestro della partita di Bernardini, l'attacco solvaino si blocca e la squadra di casa reagisce con 6 punti di Spina, portandosi sul 13-2 nei primi 5'; i canestri di Arzilli mantengono invariato il gap e al primo parziale Donoratico è già avanti di 10 punti. Con Chesi e Fabbri entrambi a 2 falli, Bongini getta nella mischia Saletti e Manzi e, coadiuvati dal buon apporto di Diagne sottocanestro, l'intensità difensiva dei biancoblù sale e permette alla squadra ospite di ridurre lo svantaggio sul 26-21 di metà gara. Al rientro dall'intervallo lungo, Bongini chiama la difesa a zona 2-3, così come il coach avversario Spina, ma è Rosignano ad imporre il proprio gioco in attacco e a mettere grande pressione difensiva su Bianchi&co.; i canestri di Bernardini e Manzi e 2 triple fondamentali di Tonelli permettono al Sei Rose di dare una svolta importante alla partita nel 3° quarto, di passare in vantaggio e addirittura allungare, per Donoratico arrivano solo canestri dalla lunetta di Vicenzini, Bartolini e Popusoi. All'inizio dell'ultimo quarto, la tripla di Fabbri e 5 punti di Tonelli sembrano dare il colpo di grazia ai ragazzi di coach Spina, con i gialloblù a -13, ma Bottoni risponde all'acuto solvaino e le triple di Vicenzini prima e di Bianchi poi permettono a Donoratico di rifarsi sotto nel punteggio, 51-55 a 3' dalla fine; con Chesi fuori per 5 falli, Saletti è abile a smarcare i propri compagni in attacco e a limitare la verve offensiva di Bottoni e ancora Tonelli dalla lunetta scrive i titoli di coda della partita in favore di Rosignano, che vince il derby ed espugna Donoratico 55 a 65.

Questa vittoria ottenuta in trasferta contro Donoratico - esordisce coach Bongini - ci dà tanta fiducia e morale che saranno molto utili per il prosieguo della stagione.
All’andata i vari Bottoni, Bianchi e Vicenzini ci avevano asfaltato, ma allora venivamo da 3 sconfitte consecutive (due in Coppa Toscana e la prima di Campionato persa in trasferta contro la Pielle) ed eravamo molto più insicuri ed impauriti; oggi invece abbiamo affrontato questa gara con la consapevolezza della nostra forza. Questa cosa l’abbiamo potuta constatare - continua Bongini - quando, dopo il loro avvio tremendo (20-10 il parziale del 1° quarto) siamo rimasti sereni, calmi e concentrati, sicuri che saremmo potuti, piano piano, affidandoci alla difesa, tornare in partita e così è stato.
Grandi meriti a Tonelli che ha giocato in maniera splendida sia in attacco che in difesa, a Manzi e Arzilli che hanno vinto il duello contro i lunghi avversari dando un grande contributo in termini di punti e rimbalzi, Saletti che, pur essendo al primo campionato senior, si sta rivelando un’anima della squadra e grandi meriti a Diagne, il quale, pur poco impiegato finora, si è sempre allenato con impegno e professionalità ed oggi ha dato un contributo fondamentale per il recupero compiuto nel 2° quarto; ma meriti a tutti i ragazzi, davvero che sono stati bravissimi.
Sono molto felice per questa vittoria e me la voglio godere completamente; all’inizio della stagione tutti ci davano per spacciati e venivamo considerati una squadra disastrata, oggi invece è tutto molto bello e quello che stiamo facendo è motivo di grande soddisfazione per tutti noi. Ci siamo fatti davvero un bel regalo di Natale.

PARZIALI: 20-10, 26-21, 33-41, 55-65.
ARBITRI: Bianchi Guglielmo e Contu Carlo di Livorno.

UISP DONORATICO : Bartolini 9, Vicenzini 11, Dei, Spina 8, Bottoni 14, Frolli 3, Popusoi 6, Bertocci, Bianchi 4, Creatini. All. Spina.
SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 2, Saletti 4, Bernardini 11, Fabbri 5, Perez 2, Manzi 12, Arzilli 7, Diagne 4, Tonelli 18, Giammalva. All. Bongini.

D-Day, stasera in scena il derby Donoratico-Rosignano.

22 dicembre 2012

Stasera alle ore 21:00 andrà in scena al PalaEuropa di Donoratico il derby tra il Donoratico di coach Spina e il Rosignano di coach Bongini, valido per la 2a giornata del girone di ritorno. La squadra di casa è reduce da 3 successi consecutivi con Valdera (vittoria larga nel recupero della 7a giornata), Pielle Livorno (dopo essere stata anche a -17) e Viareggio (partita punto-punto per poi accelerare nell'ultimo quarto) dopo un filotto di 4 sconfitte consecutive. I Solvaini stanno esprimendo nelle ultime uscite una buona pallacanestro, dopo aver incominciato il campionato con record 1V-4S nelle prime 5 giornate; al momento, i biancoblù registrano 6 vittorie e altrettante sconfitte (escludendo le 4 iniziali, le ultime 2 giocandosela fino alla fine in casa contro Massa e Cozzile e Carrara) e sono reduci dalla vittoria casalinga all'ultimo secondo contro la Pielle Livorno. In classifica, Donoratico si trova al 4° posto a 14 punti, mentre Rosignano occupa il 7° posto a 12 punti insieme all'U.S. Livorno, Pielle Livorno, Chiesina e Pisa; il match di andata si concluse con la netta vittoria di Donoratico al PalaBalestri col punteggio di 47-65, i ragazzi di Bongini dovranno far attenzione alla verve offensiva di Bottoni, Bianchi e Vicenzini.

Arbitri: Bianchi Guglielmo e Contu Carlo di Livorno.

Convocati SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Perez, Manzi, Arzilli, Diagne, Tonelli, Giammalva. All. Bongini.
Probabile formazione ART.ING. UISP DONORATICO : Bartolini, Vicenzini, Dei, Spina C., Bottoni, Frolli, Popusoi, Bertocci, Bianchi, Creatini. All. Spina.

12a giornata: Sei Rose Rosignano 59-58 Pielle Livorno.

16 dicembre 2012

Con un colpo di reni a 2” dalla fine l’Avis Rosignano mette a segno la prima vittoria casalinga del girone di ritorno al termine di una gara che ad un certo punto era parsa essere sfuggita di mano ai biancoblù.
Vittoria sofferta quanto meritata: e’ vero, ci sono ancora cose da migliorare, ma Rosignano in questo scorcio di stagione sta regalando grosse soddisfazioni agli sportivi solvaini sempre presenti ad incoraggiare la squadra.
In avvio di gara gli ospiti si fanno subito avanti (0-2) dopo 2' senza segnare, ma Rosignano reagisce e mette subito le cose in chiaro con una tripla di Tonelli; con entrambe le difese schierate a uomo si va avanti punto su punto. A metà del primo quarto Rosignano passa a zona ma soffre le penetrazioni della Pielle che si porta sul 6-9, ma una tripla di Fabbri sul finire del tempo riporta avanti di un punto i biancoblù (13-12).
Rosignano spinge sull’acceleratore nel 2° quarto, ma la zona della Pielle frena inizialmente i biancoblù che soffrono la maggiore prestanza dei lunghi livornesi; a questo punto salgono in cattedra Bernardini e Chesi, che realizzano nel quarto rispettivamente 6 e 7 punti (quest'ultimo 5 negli ultimi 30"), andando all’intervallo lungo con un distacco di 10 punti (30-20).
Preso lo schiaffo, dopo un time-out di inizio 3° quarto chiamato da coach Marzini, gli ospiti cominciano a macinare gioco con le loro punte di diamante Scardigli e La Placa e riescono a recuperare lo svantaggio chiudendo il terzo tempo con un parziale di 8-14 in loro favore (38-34).
Stessa storia all’inizio del 4° quarto, quando i Solvaini sentono il fiato sul collo degli ospiti che aumentano il ritmo e mettono a segno triple pesanti con La Placa, Scardigli, Botteghi e Cionini, mentre Rosignano segna solo con Bernardini dalla lunetta; ma a questo punto c’è l’ennesima conferma di Chesi e Tonelli che diventano i protagonisti in assoluto di questa partita. Sul 48-53 con 2' da giocare in favore della Pielle, Chesi segna tiri liberi importanti e, nell'azione seguente, Fabbri serve col contagiri Tonelli che mette a segno il sorpasso, 54-53 a 40" dal termine; ancora Tonelli intercetta una palla a metà campo e segna in contropiede il 56-53. Marzini chiama time-out per riorganizzare l'attacco livornese; da una parte Bernini fa 1/2 e al ribaltamento del gioco anche per Chesi un 1/2 dalla lunetta, punteggio sul 57-54; a 16" dal termine, La Placa fa 2/2 ai liberi e Cionini subisce un fallo discutibile a rimbalzo, andando in lunetta e firmando il controsorpasso, 57-58. Bongini chiama time-out per organizzare l'ultima azione del match; al rientro, Tonelli gioca l'1vs1 e serve Chesi in post-alto al gomito della lunetta che a 2" dalla sirena segna il canestro decisivo, facendo impazzire di gioia il pubblico di Rosignano, 59 a 58 il punteggio finale.

Conoscevamo la difficoltà della sfida contro la Pielle - esordisce Coach Bongini -; squadra tosta, formata da giocatori di esperienza e con buon trascorsi in campionati maggiori come la Placa e Coltelli e giovani di belle speranze come Scardigli e Vannini, guidati in panchina da un grande motivatore come Gigio Marzini e sostenuta sugli spalti dai sempre numerosissimi Rebels, ma io ho sempre avuto fiducia nei miei ragazzi. Nelle ultime tre uscite (in casa contro Massa e Carrara e in trasferta a Chiesina) abbiamo giocato sempre una buona pallacanestro; ho visto - continua Bongini - grandi miglioramenti, ma soprattutto ho visto in tutte e tre le partite un gruppo di giocatori, ma non solo, di uomini vorrei dire, sempre pronto a non tirarsi mai indietro e a dare il 101% per questa maglia.
Per questo la nostra vittoria vale molto di più dei due punti in palio. Perché è un periodo difficile in cui non è facile trovare palestre dove allenarsi dopo il problema alla Tensostruttura, perché comunque dovevamo incontrare una squadra forte, motivata ed arrabbiata per la bruciante sconfitta di Donoratico ed infine perché abbiamo dato una grande prova di forza in cui abbiamo mostrato tutte le potenzialità, soprattutto in fase difensiva, dei miei ragazzi.   
Nel girone di ritorno ci aspetteranno tante partite come questa in cui la tecnica ed il bel  gioco passeranno in secondo piano e soprattutto, per vincere, serviranno tanto cuore e grandi attributi. Per tutta questa serie di motivi - conclude Bongini - questa vittoria è stata importante, perché è arrivata attraverso il sacrificio, la difesa, la voglia, l’umiltà e l’impegno di tutta la squadra. Godiamoci ora questa vittoria poi penseremo alla classifica.

SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 16, Saletti, Bernardini 12, Tonelli 16, Fabbri 4, Perez 2, Manzi 4, Arzilli 5, Giammalva, Diagne. All. Bongini.
PIELLE LIVORNO : Botteghi 9, Scardigli L. 16, Burgalassi 2, La Placa 13, Tessarolo, Bernini 9, Coltelli 2, Cesareo 2, Vannini, Cionini 5. All. Marzini.

PARZIALI: 13-12, 30-20, 38-34, 59-58.
ARBITRI: Di Dio Jacopo e Petruzziello Giacomo di Siena.

PalaBalestri stracolmo per Rosignano-Pielle, arrivano i Rebels.

14 dicembre 2012

Una gara tanto difficile quanto importante: sabato 15 alle ore 21:00 l’Avis Rosignano ospita la Pielle Livorno nella 1a giornata di ritorno del campionato di serie D regionale girone B.
I ragazzi di Bongini vogliono riscattare l'amarezza delle sconfitta di sabato scorso contro Carrara e hanno intenzione di dar del filo da torcere ai Livornesi.
I biancoblù potranno contare sul fattore campo del PalaBalestri, auspicando in una nutrita presenza di pubblico come nell'ultima partita interna e anche per far fronte all'arrivo degli ultras Rebels, sempre numerosi e calorosi in ogni trasferta della squadra livornese."Abbiamo due partite molto importanti prima delle festività natalizie, in cui dobbiamo tenere alta la concentrazione e dare sempre il massimo - è il commento del direttore sportivo Andrea Bimbi -; la classifica dice che non stiamo bene e pertanto dobbiamo affrontare ogni scontro con grande attenzione a cominciare dal prossimo. Il nostro percorso è molto lungo, però, affrontandolo come abbiamo fatto nelle ultime partite, restiamo piuttosto fiduciosi".
Sulla stessa lunghezza d'onda anche il coach Andrea Bongini: "Le ultime partite ci segnalano in evidente ripresa e proveremo a vendere cara la pelle, cercando di sfruttare il fattore campo". Concentrazione, grinta e tanta determinazione, dunque, la ricetta solvaina per conquistare l'intera posta in palio.

Arbitreranno i Sig : Di Dio Jacopo e Petruzziello Giacomo di Siena.

Convocati SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Perez, Manzi, Arzilli, Diagne, Tonelli, Giammalva. All. Bongini.
Probabile formazione PIELLE LIVORNO : Botteghi, Scardigli L., Burgalassi, Bandaccheri, Mori, Bernini, Capobianchi, Massoli, Vannini, Cionini. All. Marzini.

11a giornata: Sei Rose Rosignano 58-66 CMB Carrara.

9 dicembre 2012

Sconfitta a testa alta per il Sei Rose Rosignano che deve arrendersi a Carrara 58 a 66 dopo un match ad alta intensità per tutti i 40' e caratterizzato da break pesanti della squadra ospite, con i biancoblù sempre a rincorrere l'avversario ma non mettendo mai la testa avanti.

Dopo 3' di fase studio per entrambe le squadre, è Carrara la prima ad accelerare la manovra offensiva con Donati in area e Fiaschi dalla media e lunga distanza; la difesa a uomo di Rosignano nel 1° quarto non è efficace contro il maggior atletismo dei giovani avversari, quasi tutti classe '92, e gli ospiti, orfani di Gasparotti, ne approfittano andando al primo riposo in vantaggio di 9 punti (11-20). Bongini chiede ai suoi maggior attenzione difensiva, limitando contropiedi e facili conclusioni da sottocanestro, e puntualmente i ragazzi trovano fiducia in difesa con le zone 2-3 e box&1 su Fiaschi; in attacco Fabbri e Manzi, ben serviti da Chesi, trovano con continuità la via del canestro e permettono a Rosignano di non perdere terreno dagli avversari che a metà gara conducono di 10 lunghezze (23-33). Al rientro dall'intervallo lungo, Bongini decide di alternare difese a uomo e a zona 2-3, 3-2 e box&1, che inducono gli avversari a prendere tiri forzati allo scadere dei 24" dell'azione; una buona presenza di Fabbri a rimbalzo difensivo e 4 triple consecutive, una di Tonelli e 3 strepitose di Perez, scaldano il tifo degli spettatori solvaini al PalaBalestri e dal -14 Rosignano risale fino al -3 di fine 3° quarto (44-47). Nell'ultimo quarto, entrambe le squadre temono di subire break che possano compromettere l'esito della gara e inizialmente gli attacchi sono contratti e poco prolifici; il Sei Rose riesce a mantenere per metà quarto un solo possesso di distanza dagli avversari grazie a Tonelli e a Manzi, ma, con 4' ancora da giocare sul 53-55 per Carrara, Rosignano concede troppi rimbalzi offensivi e secondi tiri a Donati (18 rimbalzi totali, di cui 11 offensivi) che sottocanestro ne approfitta segnando o andando in lunetta. Un paio di canestri di Arzilli e Bernardini riportano i biancoblù sotto sul 58-62, ma Donati in difesa, autore di ben 5 stoppate nella partita, non fa passare più nessuno e permette ai suoi compagni di avere la meglio su un buon Rosignano col punteggio di 58 a 66.

Per Bongini e i suoi ragazzi c'è tanto rammarico per non aver segnato i canestri di un possibile pareggio o sorpasso con il risultato in bilico per gran parte del 4° quarto, ma ciò non cancella la buona prova messa in mostra dal gruppo contro una squadra più giovane e più atletica e che si conferma terza potenza del campionato dietro al Meloria Livorno e a Massa e Cozzile; da sottolineare il grande tifo di Rosignano al PalaBalestri che ha motivato e spronato la squadra per tutti i 40 minuti e sarà fondamentale che questa cornice di pubblico si ripeta anche sabato 15 dicembre alle ore 21:00 nel match contro la Pielle Livorno e gli ultras dei Rebels.

Innanzitutto voglio fare i complimenti al Basket Carrara - esordisce Bongini - che ha vinto meritatamente la gara esprimendo una bella pallacanestro e dimostrando di meritare ampiamente la posizione in classifica che occupa attualmente.
Una sconfitta per noi però che non è un passo indietro, ma anzi ci deve far guardare con grande fiducia al futuro, perché comunque, perdere contro una squadra così forte dopo esser stati anche sotto di 17 punti e tornare a 2 punti di distacco alla fine del 3° quarto, non è stata un’impresa facile. Abbiamo avuto per lunghi tratti - continua il coach - nell’ultimo periodo la possibilità di effettuare l’aggancio, ma, un po’ la sfortuna (un paio di buoni tiri finiti sul ferro) e un po’ la fatica dovuta allo sforzo pagato per rientrare in partita, ce lo hanno impedito, ma questo non deve toglierci la convinzione nei nostri mezzi.
Usciamo dal PalaBalsetri consapevoli di essere un gruppo unito e forte; abbiamo giocato alla pari con la terza forza del campionato e non ci siamo disuniti, nonostante fossimo andati sotto di brutto, anzi abbiamo reagito prontamente e di squadra.
Siamo molto arrabbiati per la sconfitta, questo è ovvio, ma siamo sicuramente soddisfatti per la prestazione.
Vorrei sottolineare infine - conclude Bongini - la prestazione di Perez, il quale, pur avendo vissuto una settimana difficile con febbre e disturbi vari, ha giocato una partita super mettendo tutto il suo talento al servizio della squadra e sacrificandosi per essa.

SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 3, Saletti, Bernardini 6, Tonelli 11, Fabbri 10, Perez 13, Manzi 9, Arzilli 6, Pozzi, Diagne ne. All. Bongini.
CMB CARRARA : Degl’Innocenti, Donati 19, Diamanti 9, Fiaschi 20, Lusuardi 1, Mancini 8, Borghini 9, Gatti, Peselli, Malcontenti ne. All. Dell’Innocenti.
ARBITRI: Salvo e Tortora di Pisa.
PARZIALI: 11-20, 23-33, 44-47, 58-66.

L’Avis Rosignano ospita il CMB Carrara.

6 dicembre 2012

Momento della verità per l’Avis Rosignano, che riceve il Basket Carrara nella undicesima ed ultima giornata del girone di andata per testare i progressi mostrati nelle ultime uscite; posta in palio alta per entrambe le squadre, che cercheranno di portare a casa 2 punti importanti proprio in vista dei propri obiettivi.
Rosignano ha sostenuto in settimana un allenamento intenso, in vista dell’importante gara contro Carrara. Coach Bongini potrà contare su un gruppo compatto e motivato: “Stiamo lavorando bene per cercare di affrontare al meglio la sfida con Carrara. Siamo consapevoli che sarà una gara difficile, in cui dobbiamo opporre una difesa solida e compatta, importante sarà l’apporto dei nostri lunghi. Il Sei Rose dovrà fare della forza del gruppo l’arma vincente, per affrontare una squadra imponente dal punto di vista fisico, con atleti di talento quali Donati, Mancini e Borghini: “Occorre una condizione fisica ottimale per affrontare i nostri avversari che possono contare su una maggiore fisicità”, afferma coach Bongini. “Chiederò a tutti un maggiore sforzo fisico, per aumentare la pressione difensiva e, allo stesso tempo, di recuperare velocità per creare occasioni in contropiede”. Vietato sbagliare dunque e questo coach Bongini sta cercando di farlo capire ai suoi giocatori.
L’Avis Rosignano gioca Sabato 8 dicembre alle ore 21:00 presso il PalaBalestri di Rosignano Solvay.

Arbitreranno i Sig. : Mangini e Carlotti di Pisa.

I convocati del SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Perez, Manzi, Arzilli, Diagne, Tonelli, Pozzi. All. Bongini.
Probabile formazione CMB CARRARA : Degl'Innocenti, Donati, Diamanti, Fiaschi, Lusuardi, Mancini, Borghini, Gatti, Gasparotti, Peselli. All. Degl'Innocenti.

10a giornata: Don Carlos Chiesina 79-83 Sei Rose Rosignano.

2 dicembre 2012

Rosignano riscatta il ko interno con la capolista Massa e Cozzile violando il parquet di Chiesina col punteggio 79 a 83, un match duro sia dal punto di vista fisico sia di quello mentale che la formazione di Bongini è riuscita a conquistare con un break pesante nel 2° periodo, riuscendo poi a controllare il ritorno dei padroni di casa. Sugli scudi Bernardini, 27 punti, ma sono quattro i giocatori biancoblù in doppia cifra: anche Manzi, Chesi e Tonelli.

La partenza di Rosignano coglie alla sprovvista Chiesina, che subisce un break iniziale di 2-10 per mano di Tonelli e Arzilli, ma i locali reagiscono alla metà di quarto recuperando lo svantaggio e concludendo il 1° tempino a +2, complice un blackout offensivo e una difesa passiva dei biancoblù (20-18). Rosignano cambia ritmo in attacco nel 2° quarto grazie ad un super Bernardini, immarcabile per la difesa valdinievolina, e a Manzi, come sempre astuto nel capitalizzare palle sporche in canestri preziosi per la squadra di Bongini; la formazione di Taddei non riesce a difendere adeguatamente né fuori né sotto canestro, scivolando al -9 di metà gara (35-44). Al rientro dall'intervallo lungo, il ritmo della partita non cambia, con alte percentuali al tiro per entrambe le squadre e difese che non riescono ad arginare i rispettivi attacchi; per i biancoblù, è sempre Bernardini che fa la differenza in attacco, ben coadiuvato da Chesi in versione scorer/rebounder (a fine partita, doppia doppia per lui con 10 rimbalzi catturati) e il Sei Rose aumenta di qualche punto il proprio vantaggio sugli avversari (53-65). Ecco che il match inizia ad entrare nel vivo, 10' interminabili caratterizzati da comportamenti che vanno al di là della sportività e del rispetto verso i propri avversari e gli arbitri; Chiesina mette la partita sul binario del caos e nei primi minuti dell'ultimo quarto Rosignano ne subisce l'influenza negativa, bloccandosi in attacco per buona parte del tempino. I locali riducono lo svantaggio azione dopo azione, ma la freddezza del duo Bernardini-Saletti permette a Rosignano di mantenere gli avversari a 2-3 possessi di distanza; nel minuto finale, alcune decisioni arbitrali scatenano la furia di Chiesina, punita dalla coppia in grigio con 3 tecnici consecutivi, ma Chesi realizza solamente 1 dei 6 tentativi totali dalla lunetta. La partita è ormai agli sgoccioli e al suono della sirena di fine partita Rosignano può finalmente gioire per una importantissima vittoria sul campo di una squadra che era reduce da 3 vittorie consecutive e che adesso si trova appaiata proprio con biancoblù a quota 10.
Una battaglia fisica ma soprattutto mentale, dopo una settimana caratterizzata dalle difficoltà di potersi allenare regolarmente a causa del tornado che ha colpito Rosignano e che ha danneggiato l'impianto della Tensostruttura (dove i ragazzi si allenano 2 volte su 3 allenamenti in 7 giorni); una vittoria che vale più di quanto dica il punteggio finale, non solo per il morale e per la classifica, ma anche per la consapevolezza che nei momenti di difficoltà la società e la squadra si sono compattate l'un l'altra e hanno risposto con un successo prezioso come non mai in questa prima metà della stagione.

La settimana scorsa avevo chiuso il mio intervento - dice Bongini - chiedendo per la trasferta di Chiesina voglia, attenzione e determinazione per tutti i 40 minuti di gara, e così è stato.
Siamo partiti fortissimo, poi abbiamo sofferto il ritorno di Chiesina, ma ancora bravi a reagire, a non mollare e a chiudere sopra di 9 il primo tempo con grandi giocate offensive e difensive. Super poi il 3° quarto dove abbiamo anche toccato il +15 e maturi e bravi nel finale dove Chiesina, buttandola sulla bagarre, ha provato a riaprire la partita; solo una serie di errori da sotto e dalla lunetta ci hanno impedito di chiudere il match con un divario maggiore.
Per tutta questa serie di considerazioni sono molto contento - dichiara il Coach - ; aver vinto questa gara così delicata in trasferta contro una squadra che veniva da 3 vittorie consecutive importanti è una grande iniezione di fiducia.
Sono contento perché ad una giornata dalla fine del girone di andata abbiamo il bilancio in parità per quanto riguarda le vittorie e le sconfitte e perché mi auguro che questa vittoria ci possa permettere di continuare alla grande il nostro cammino.  
Vorrei elogiare infine l’atteggiamento dei ragazzi i quali hanno interpretato, tutti, fin dall’inizio, nella maniera giusta la gara mettendo in pratica quanto chiedevo loro con grande attenzione e professionalità; tuttavia è bene ribadirlo, il nostro principale obiettivo era e rimane la salvezza - conclude Bongini - ; vittorie come questa servono per farci aumentare la nostra autostima e per migliorare partita dopo partita, ma sempre con grande umiltà e restando coi piedi ben saldi per terra.

DON CARLOS CHIESINA: Bagnoli 9, Moroni 26, Martelli, Ormeni 2, Salani 7, Antonini 8, Puccinelli 15, Iozzelli, Ndiaye 12, Frosini. All. Taddei.
SEI ROSE ROSIGNANO: Chesi 13, Saletti 8, Bernardini 27, Fabbri 2, Perez 2, Manzi 15, Arzilli 4, Diagne, Tonelli 12, Pozzi. All. Bongini.
ARBITRI: Poli di Prato e Borselli di Firenze.
PARZIALI: 20-18, 35-44, 53-65, 79-83.

Il Sei Rose a caccia dei 2 punti sull'ostico campo di Chiesina.

27 novembre 2012

L’Avis Rosignano, che viene dalla sconfitta casalinga contro la capolista Massa e Cozzile, è attesa ora da un ciclo di ferro, come conferma l’allenatore Andrea Bongini: "Nelle prossime sfide vedremo veramente il nostro valore. Se riusciamo a dare continuità a quanto di buono abbiamo mostrato a sprazzi in queste partite, possiamo toglierci delle grosse soddisfazioni. Sicuramente andiamo a Chiesina con la consapevolezza di giocarcela: vincere sarebbe un’ulteriore importante iniezione di fiducia. Chiesina non è una squadra che fa del talento la sua arma migliore; piuttosto dovremo fare attenzione alla loro solidità, alla compattezza, che sono le loro caratteristiche principali. Non sarà una passeggiata, ma affronteremo l’avversario con la consapevolezza di avere i mezzi a disposizione per fare il colpaccio, con la personalità e l'atteggiamento delle ultime gare. Noi dobbiamo scendere in campo senza condizionamenti, pensando soltanto alla partita. Dobbiamo dare il massimo sul piano dell'attenzione, ma allo stesso tempo dobbiamo restare tranquilli. Non nascondiamo l'importanza della partita, ma giocare liberi mentalmente sarebbe un bel vantaggio".
Si gioca sabato 1 dicembre alle ore 21:15 presso il Palafiume di Chiesina Uzzanese.

Arbitreranno i Sig.: Poli di Prato e Borselli di Firenze.

Probabile formazione DON CARLOS CHIESINA : Bagnoli, Moroni, Kardjev, Martelli, Ormeni, Salani, Antonini, Puccinelli, Iozzelli, Ndiaye. All. Taddei.
Convocati SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Perez (o Giammalva), Manzi, Arzilli, Diagne, Tonelli, Pozzi. All. Bongini.

9a giornata: Sei Rose Rosignano 71-77 Basket Massa e Cozzile.

25 novembre 2012

Colpaccio sfiorato per il Sei Rose Rosignano che cede in casa contro la capolista Massa e Cozzile solo negli ultimi secondi di gioco 71 a 77.

I ragazzi di Bongini partono subito con difesa aggressiva su ogni pallone e nei primi 5' di gioco il punteggio recita 7-0 per i locali, che però falliscono più volte la possibilità di ritrovarsi già nel 1° quarto avanti di 10/15 punti e che avrebbe incanalato i biancoblù in una gestione della gara con più serenità; gli ospiti, che hanno dovuto rinunciare al lungo Amabili solo all'ultimo, incominciano a prendere maggior fiducia in attacco e accorciano lo svantaggio del tempino sul -4 (16-12). All'inizio del 2° quarto, Massa e Cozzile riaggancia Rosignano nel punteggio con una serie di triple da tagliare le gambe alla difesa avversaria, ma Bernardini e Tonelli si caricano sulle spalle la squadra e permettono a Rosignano di stare a contatto con i primi in classifica, arrivando a metà gara sul -3 (29-32). Lo stesso copione si ripete nel 3° quarto, con gli ospiti che dalla distanza vedono il canestro largo quanto una vasca da bagno e con il Sei Rose che non molla e che mantiene comunque sempre uno svantaggio tra i 3/5 punti (46-51). Come nelle ultime uscite di campionato, Bongini alterna difese a uomo, zona 2-3, 3-2 e box&one, nel tentativo di non dare punti di riferimento all'attacco pistoiese, ma sono troppi i secondi tiri concessi agli avversari e le palle parse in attacco ad inizio ultimo quarto: Rosignano non trova la via del canestro per 4' e Massa e Cozzile ne approfitta andando avanti di 14 lunghezze, continuando il festival delle triple (48-62). Non avendo più nulla da perdere, i locali reagiscono ed iniziano a recuperare poco alla volta lo svantaggio prima con Manzi e negli ultimi minuti è solo Chesi a segnare; il Sei Rose a 30" dalla fine del match è sul -4 con palla in mano (67-71), ma il primo arbitro Salaris fischia infrazione di passi a Manzi e non vede il netto fallo che l'ha provocata, dando il possesso a Massa e Cozzile che non sbaglia dal tiro libero e che la spunta di misura segnando in contropiede sulla sirena, con il punteggio che recita 71-77 per gli ospiti.

Rosignano ha comunque combattuto fino alla fine, esprimendo anche una buona pallacanestro che ha messo in difficoltà la capolista, ma è grande l'amaro in bocca per l'impresa sfiorata e per non aver reagito sin da subito, come è successo contro Valdera, all'allungo di Massa e Cozzile dell'ultimo quarto; in ultimo, una breve citazione va alla coppia in grigio Salaris - Di Salvo, che ha adottato due metri di giudizio differenti su falli e infrazioni di passi sotto la supervisione del commissario appostato al tavolo degli ufficiali di campo.

Una battuta d’arresto contro la capolista che - dice Bongini - dopo tre vittorie consecutive non ci voleva, però che ci aiuterà, come le altre sconfitte che abbiamo subito, a crescere ulteriormente. Dobbiamo far tesoro di questa gara - continua il coach - e capire le nostre grandi potenzialità; abbiamo giocato alla pari per 40’ minuti contro la prima della classe e, a tratti, siamo riusciti a metterla veramente in difficoltà, cosa impensabile un mese e mezzo fa.
Abbiamo avuto un buon inizio dove però dovevamo essere più cinici e convinti della nostra forza ed allungare maggiormente nel punteggio; poi nel finale, dopo 30’ punto punto, quando Massa ha provato a sfuggirci nel punteggio, abbiamo avuto una reazione di orgoglio e da grande squadra.
E’ una sconfitta che non ci deve preoccupare perché abbiamo la qualità per migliorare e la forza per avere un rendimento costante per tutti e quaranta i minuti; cosa questa che ci permetterà di ottenere risultati importanti.
La prossima sfida - conclude Bongini - ci vedrà impegnati in trasferta contro Chiesina Uzzanese; squadra che, dopo un avvio altalenante, è invece ora una delle squadre più in forma del girone. Il nostro obiettivo è quello di affrontare tale gara con grande voglia, attenzione e determinazione.

Parziali: 16-12 / 29-32 / 46-51 / 71-77.
Arbitri : Salaris di Massa e Di Salvo di San Giuliano Terme.

SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 21, Saletti, Bernardini 19, Fabbri 2, Perez 5, Manzi 12, Arzilli 2, Giammalva, Tonelli 10, Pozzi. All. Bongini.
BASKET MASSA E COZZILE : Brancolini 4, Testa 3, Cappellini 22, Bini, Meucci 22, Salvini 1, Villa 4, Nannini M. 8, Nannini F., Falossi 13. All. Ingrosso.

L’Avis Rosignano ospita la capolista: Massa e Cozzile.

21 novembre 2012

L’Avis Rosignano giocherà sabato 24 novembre alle ore 21:00 presso il PalaBalestri di Rosignano Solvay contro la capolista Massa e Cozzile.

Dare continuità al successo ottenuto contro il Valdera, alimentando le ambizioni di rimonta. In casa biancoblù è tornato il sorriso e con esso la convinzione nei propri mezzi. Con Valdera la squadra ha mostrato qualità e carattere e ora è chiamata a confermarsi.
Intanto si lavora come sempre duro in palestra, ma ovviamente le fatiche degli allenamenti sono sempre più leggere quando si è reduci da un bel successo. Una riprova che il lavoro paga e che se ci si impegna forte non serve essere dei campioni assoluti per vincere un match. L'ambiente è euforico, ma l'esperienza insegna che occorre stare con i piedi ben saldi al terreno e preparare la partita con la massima concentrazione.
La partita con Valdera ha riconsegnato comunque una squadra che crede maggiormente nelle proprie capacità, ha reso ancora più forte lo spirito del gruppo e ha registrato un ulteriore passo in avanti di alcuni giocatori, tra cui Pozzi che merita una citazione.
L'impresa contro Massa e Cozzile è difficile ma non certo impossibile, spiega coach Andrea Bongini, che si aspetta dai suoi un salto di qualità sul piano dell'atteggiamento: "Gli avversari sono in salute e hanno delle ottime individualità. Ma voglio vedere una squadra che scende in campo col piede giusto, convinta e concentrata da subito”.

Arbitreranno i Sig. : Salaris di Massa e Di Salvo di San Giuliano Terme.

Convocati SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Perez, Manzi, Arzilli, Giammalva, Tonelli, Pozzi. All. Bongini.
Probabile formazione MASSA E COZZILE : Brancolini, Testa, Cappellini, Rocchi, Meucci, Salvini, Villa, Nannini, Amabili, Falossi. All. Ingrosso.

8a giornata: Gruppo Gradi Valdera 58-68 Sei Rose Rosignano.

19 novembre 2012

Il Sei Rose Rosignano centra la terza vittoria consecutiva in campionato, violando il campo della Pallacanestro Valdera col punteggio di 58 a 68, una partita che alla vigilia lo staff solvaino considerava un importante crocevia della stagione, in cui i ragazzi di Bongini dovevano dare prova della crescita costante mostrata in allenamento ma soprattutto continuità alle vittorie contro Lucca e U.S. Livorno.

Partenza sprint dei biancoblù che mostrano un gioco fluido e veloce in attacco e una difesa solida, portandosi sopra di una decina di punti grazie ad un paio di giocate sottocanestro di Manzi e ad una tripla di Fabbri dall'angolo, ben servito da Tonelli; i locali, spinti dal numeroso pubblico di casa, riescono ad accorciare a fine quarto fino al -6 del primo parziale. Nel 2° quarto, Chesi e Arzilli salgono in cattedra, il primo con tiri dalla media distanza e penetrazioni mentre il secondo spalle a canestro con appoggi al tabellone e un gancio cielo di pregevolissima fattura, e portano Rosignano avanti di 14 punti; ma Valdera non ci sta e i ragazzi di Doveri trovano 2 triple importanti allo scadere dei 24" contro la difesa a zona 2-3 chiamata da coach Bongini nel finale di quarto, concludendo la metà gara in favore degli ospiti sul 26-34. Al rientro dall'intervallo lungo, è ancora Rosignano a tenere in mano il pallino del gioco, gestendo il vantaggio acquisito dopo i primi 2 quarti; grazie all'ottimo apporto sia difensivo che offensivo di Tonelli e ai 5 punti di fine quarto di Chesi, i biancoblù respingono di nuovo indietro il tentativo di accorciare il distacco da parte della coppia Falchi-Rinaldi, terminando il 3° quarto avanti di 7 lunghezze. L'inizio dell'ultimo quarto è agghiacciante per il Sei Rose, che si fa recuperare tutto il vantaggio difeso sino al 30' e addirittura scavalcare nel punteggio dai locali sul 52-51, ma ancora Fabbri da oltre l'arco dei 3 punti porta a +2 Rosignano a 6' dalla fine della partita, placando l'euforia del pubblico dopo le triple in rapida successione messe a segno da Rinaldi; coach Bongini decide di alternare difese a zona 2-3, 3-2 e a uomo, cercando di mandare in confusione l'attacco locale e, con Chesi e Manzi a 4 falli, getta nella mischia Perez e Pozzi che saranno fondamentali per la vittoria: infatti, il secondo realizza tutti i suoi 6 punti in 3' con ottimi movimenti spalle a canestro e le triple in successione dello stesso Perez e Tonelli danno il colpo di grazia a Valdera che sprofonda nel giro di 2' fino al -10 di fine partita.

Oggi era importante conquistare i due punti - dichiara Bongini - per due motivi: primo perché li avremmo ottenuti contro una squadra in lotta come noi per la salvezza e secondo perché potevamo allungare contro le nostre dirette avversarie che avevano comunque degli scontri molto complicati. Ce l’abbiamo messa tutta e per questo sono felice.
Questa squadra ha grandi margini di crescita - continua Bongini - e il mio dovere è quello di mettere i miei giocatori in condizione di rendere al meglio e cercare di tirar fuori da ciascuno di loro quel carattere e quella determinazione che mista alla loro tecnica può quanto prima permetterci di ottenere la salvezza che è il nostro obiettivo minimo di stagione. L’errore più grosso infatti che potremmo commettere è quello di montarci la testa; siamo una squadra giovane e dovremo lavorare ancora molto prima che l’obiettivo di stagione possa cambiare e si possa puntare più in alto.
I prossimi impegni saranno durissimi; sabato affronteremo la capolista in casa, dopodiché andremo a Chiesina e quindi Carrara in casa. Un trittico di partite che dovremo affrontare con la massima concentrazione, senza abbassare la guardia rispettosi degli avversari, ma anche sfrontati e consapevoli delle nostre qualità.

Parziali: 11-17, 26-34, 43-50, 58-68
Arbitri : Celentano e Penzillo di Siena.

GRUPPO GRADI VALDERA : Toni, Ghelli 7, Rinaldi 14, Cartacci 8, Balducci D. 6, Balducci G., Falchi 15, Ragli 6, Buti, Antonelli 2. All. Doveri.
SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 16, Saletti 2, Bernardini 6, Fabbri 8, Perez 9, Manzi 6, Arzilli 8, Diagne, Tonelli 7, Pozzi 6. All. Bongini.

Il Sei Rose Rosignano sfida Valdera a domicilio.

16 novembre 2012

Trasferta delicata per il Sei Rose Rosignano, che giocherà Domenica 18 Novembre alle 18:00 presso il Palazzetto dello Sport in via Niccolini a Capannoli.
Rosignano, che viene dalla vittoria casalinga contro l’U.S.Livorno, è atteso ora da un ciclo di ferro, come conferma l’allenatore Andrea Bongini: "Nelle prossime sfide vedremo veramente il nostro valore. Se riusciamo a dare continuità a quanto di buono abbiamo mostrato nell’ultima partita contro Livorno, possiamo toglierci delle grosse soddisfazioni. I solvaini dovranno andare a prendere questi due punti sfruttando le armi che si sono viste ultimamente, difesa e contropiede, per espugnare un campo comunque molto ostico. E' una trasferta insidiosa, ma sarebbe molto importante far risultato per mettere fieno in cascina." I segnali sono buoni: "In settimana ho visto i ragazzi piuttosto brillanti: la serenità regna sovrana e ora dobbiamo essere bravi a mantenere il passo."
Il Valdera è alla portata del Sei Rose, ma Bongini mette in guardia i suoi: "Dobbiamo giocare come sappiamo, iniziando la partita con la dovuta concentrazione, in modo da incanalarla subito sul binario giusto e spianarci la strada verso la vittoria. Dobbiamo affrontare il match con l'atteggiamento giusto, possiamo fare il colpaccio."
E sarebbero due punti d'oro per i biancoblù, sia per quanto riguarda la classifica, sia sul piano della fiducia nei propri mezzi.

Arbitreranno i Sig.: Celentano e Penzillo di Siena.

Probabile formazione PALLACANESTRO VALDERA : Gorgeri, Balducci G., Ghelli, Rinaldi, Cartacci, Balducci D., Falchi, Ragli, Toni, Antonelli. All.Doveri.
Formazione SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Perez, Manzi, Arzilli, Diagne, Tonelli, Pozzi. All.Bongini.

7a giornata: Sei Rose Rosignano 77-66 U.S. Livorno.

11 novembre 2012

Grande impresa del Sei Rose Rosignano che dopo 35' di vera battaglia riesce ad avere la meglio sull'U.S. Livorno col punteggio di 77 a 66.

La squadra ospite, reduce dalle importanti vittorie contro la Pielle Livorno e il Donoratico, parte col piglio giusto, imponendo il proprio ritmo di gioco e segnando un parziale nei primi 5' di 7-14, ma i ragazzi di Bongini reagiscono con grande spirito di gruppo e l'ottima pressione difensiva paga; a fine quarto, Bettini viene espulso per un pugno in faccia a Manzi che è costretto ad uscire dal campo di gioco per perdita di sangue e i locali ne approfittano per ridurre il gap fino al -3 di fine primo tempino. Bongini chiede maggior pressione tutto campo ai suoi ragazzi, ma a difesa schierata i ragazzi di Trocar trovano buone conclusioni dalla distanza e penetrazioni che tagliano in due la difesa solvaina, ristabilendo la differenza tra le squadre di una decina di punti; il nervosismo tra le file amaranto non si placa e ci pensano Bernardini e Manzi, quest'ultimo rientrato in campo senza particolari traumi, a ridurre lo svantaggio a fine metà gara sul 35-38. Bongini striglia a dovere i propri ragazzi per i 38 punti subiti in 20' e al rientro dall'intervallo lungo il Sei Rose recupera palle importanti a metà campo e alcuni contropiedi fanno sì che i locali si portino per la prima volta nella partita in vantaggio; il match entra nel vivo e le due squadre si alternano nella conduzione del punteggio con break e contro-break, terminando il 3° quarto in perfetta parità a quota 56. Bongini alterna difese a uomo e a zona 2-3 e induce l'U.S. Livorno a tiri forzati allo scadere dei 24"; in attacco, le conclusioni di Arzilli e Bernardini dalla media distanza portano il Sei Rose già nei primi minuti di quarto avanti di una decina di punti, la squadra ospite reagisce riportandosi a 5 punti di svantaggio, ma la freddezza di Chesi dalla lunetta aumenta il gap tra le due squadre addirittura fino al +14, terminando la gara sul 77 a 66 in favore dei biancoblù.

A fine partita il direttore sportivo Andrea Bimbi ha dichiarato: "Ottima la prova di tutta la squadra che ha dimostrato una mentalità vincente, capacità di saper reagire nei momenti di difficoltà e nel finale un’ottima propensione al sacrificio; abbiamo interpretato bene la gara e abbiamo eseguito al meglio il piano-partita dimostrando di avere una grossa compattezza di squadra e voglia di vincere; non si vincono gare come questa se non sei una grande squadra. Adesso rimbocchiamoci le maniche e pensiamo ai prossimi impegni".

Vittoria indubbiamente importante - dichiara Bongini - quella ottenuta contro L’US Livorno; ma siamo una squadra giovane e non siamo ancora sicuri di avere un rendimento costante e soprattutto di fornire sempre, costantemente prestazioni come quella di sabato; tuttavia, la vittoria ci ha dato tanto morale che ci permette di guardare al futuro con più fiducia e stima nei nostri mezzi a cominciare dalla trasferta di domenica prossima a Capannoli contro una diretta concorrente per la salvezza.
Vedo l’attenzione e l’impegno che i miei ragazzi mettono tutti i giorni in allenamento per le cose che chiedo; sono ragazzi maturi - aggiunge il coach - con il giusto spirito di squadra. Sono contento per Bernardini che ha giocato una partita super e per Manzi che ha dato atletismo, energia e qualità, ma anche Chesi, Perez, Arzilli e Tonelli che ha limitato tanto Sacconi costringendolo a soli 9 punti hanno fatto bene, e Fabbri e Saletti hanno dato un grosso contributo per la vittoria; per non parlare di Pozzi e Diagne, i quali, seppur poco impiegati, non hanno mai cessato di far sentire il proprio sostegno ai compagni in campo.
Queste due ultime vittorie per noi sono state ossigeno puro; abbiamo risalito un po’ la classifica, ma siamo alla settima giornata ed è presto per fare calcoli e previsioni. Continuiamo ad allenarci con la solita mentalità ed umiltà e a volare basso. Il cammino è lungo e il campionato difficile e pieno di insidie.
Un’ultima cosa: sarebbe bello poter vedere il palazzetto più pieno; sia con i ragazzi delle nostre squadre giovanili che con appassionati di cui Rosignano è piena. I miei ragazzi mettono il cuore in campo ogni partita e farlo con il sostegno del pubblico renderebbe tutto più stimolante e avvincente.

Parziali: 15-18/ 35-38 / 56-56 / 77-66.
Arbitri : Gaggini e Trinci di Pistoia.

SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 13, Saletti, Bernardini 19, Fabbri 7, Perez 6, Manzi 15, Arzilli 10, Diagne, Tonelli 7, Pozzi. All.Bongini.
U.S. LIVORNO : Vukich 10, Lazzotti 3, Bettini 4, Bernini 10, Orsini 14, Sacconi 9, Davini 2, Giannetti, Raugi 4, Busoni 10. All.Trocar.

Derby tra Sei Rose Rosignano e U.S. Livorno.

9 novembre 2012

Sabato 10 Novembre (ore 21.00), i biancoblù ospitano al PalaBalestri l’U.S. Livorno in un match da vincere ad ogni costo, per riscattare il brutto inizio di stagione. La compagine biancoblù è chiamata a cercare un risultato positivo prima della prossima trasferta di Valdera. Un ruolino di marcia che non soddisfa l’allenatore Andrea Bongini, che vuole un’accelerazione dai suoi: "Ci vuole una bella vittoria, per acquisire maggiore fiducia nei nostri mezzi". L’U.S. Livorno è compagine di tutto rispetto, che viene da due vittorie importanti contro la Pielle Livorno e il Donoratico: "Ci troveremo di fronte un’avversaria rognosa, ma siamo anche consapevoli di avere le qualità necessarie per vincere. Dobbiamo scendere in campo col coltello tra i denti: e così deve essere ad ogni partita". Bongini sprona i suoi: "I ragazzi lavorano tanto nel corso della settimana: dobbiamo essere più bravi a concretizzare. Voglio vedere una squadra che scende in campo col piede giusto, convinta e concentrata, come invece finora spesso non è accaduto". Ancora una volta c'è incertezza sull'impiego di alcuni elementi, le cui condizioni saranno valutate nella giornata di venerdì dallo staff solvaino, che deciderà di conseguenza se farli giocare.

Arbitreranno i Sig. : Gaggini e Trinci di Pistoia.

Convocati SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Perez, Manzi, Arzilli, Diagne, Tonelli, Pozzi. All.Bongini.
Probabile formazione U.S. LIVORNO : Vukich, Lazzotti, Sacconi, Davini, Bernini, Vannini, Bettini, Raugi, Busoni, Orsini. All.Trocar.

6a giornata: Libertas Lucca 0-20 Sei Rose Rosignano.

4 novembre 2012

L’Avis Rosignano è in attesa del verdetto del Giudice Sportivo che dovrebbe dare partita vinta per 20 a 0 a favore del Rosignano per assenza del Medico sul campo di gara.

Art. 34 Obbligo della presenza del medico di servizio (del. n.466 CF 11/06/11 – del. n.7 PF 05/08/11)
[1] E’ obbligatoria la presenza in campo di un medico di servizio durante la disputa delle gare dei Campionati nazionali, maschili e femminili, e dei Campionati regionali indicati nelle DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE ANNUALI. In caso di mancato riconoscimento del medico di servizio la gara non sarà disputata e saranno applicati i disposti degli artt. 16, 40ter e 42 R.G.
[2] La Società ospitante ha l’obbligo di far riconoscere dagli arbitri, almeno venti minuti prima dell’ora fissata per l’inizio della gara, il medico di servizio che sarà responsabile dell’assistenza sanitaria durante tutto lo svolgimento della partita. Nel caso in cui il medico di servizio si presenti e sia riconosciuto dagli arbitri successivamente e comunque entro e non oltre l’orario di inizio della gara, alla società ospitante saranno applicate le sanzioni previste dall’art. 34 comma 1 lett. B) R.G.
[3] Il riconoscimento avverrà mediante l’esibizione del tesserino di appartenenza all’Ordine dei Medici o se tesserato per la Società in qualità di medico, mediante l’esibizione di uno dei documenti previsti all’art.48.
[4] Durante la gara il medico di servizio potrà sedere sulla panchina della Società ospitante soltanto se tesserato a favore della medesima con la qualifica di medico. In caso contrario dovrà posizionarsi all’interno del campo di gioco in un posto che ne faciliti un immediato intervento di soccorso.
[5] La Società ospitante sarà comunque responsabile di eventuali comportamenti non regolamentari posti in essere dal medico di servizio.
[6] In caso di allontanamento dal campo di gioco prima del termine della gara saranno applicate le sanzioni previste dall’art.34 comma 1 lett. b) R.G.
[7] Durante l’intero incontro il medico non può ricoprire altro ruolo.
Art. 16 Perdita della gara e penalizzazione di punti in classifica (delibera n.316 C.F. 4-5/05/2007 - delibera n.240 C.F. 9-10/02/2008 - delibera n.285 C.F. 15-16/05/2009)
[1] La sanzione sportiva della perdita della gara consiste nella omologazione di una gara disputata con il risultato di 0 – 20 o con l’eventuale miglior risultato conseguito sul campo della squadra avversaria.
[2] La penalizzazione di punti in classifica consiste nella detrazione di uno o più punti dalla classifica del campionato nel corso della quale si è verificata l'infrazione ovvero del campionato successivo qualora la penalizzazione si riveli priva di efficacia sanzionatoria.
[3] La sanzione sportiva della retrocessione consiste nello spostamento della società all’ultimo posto in classifica del campionato di competenza o di altra competizione agonistica e conseguentemente nel passaggio di categoria inferiore.
[4] Le sanzioni della penalizzazione di punti in classifica e della retrocessione si applicano - tranne che nella ipotesi di cui all’art.42, comma 2 – solo qualora venga accertato che l’infrazione è stata commessa con dolo o colpa grave da parte del tesserato o della Società interessata.

LIBERTAS LUCCA : Guglielmo, Pardini, Lami, Merciadri, Genovali, Bandini, Aytano, Del Sorbo, Romei, Mattei. All.Giuntoli.
SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi, Saletti, Bernardini, Fabbri, Conti, Manzi, Arzilli, Diagne, Tonelli, Pozzi. All.---.

5a giornata: Sei Rose Rosignano 50-79 Meloria Livorno.

Un Sei Rose brutto e mai in partita quello visto in campo ieri sera contro la corazzata del Meloria Livorno che espugna il PalaBalestri imponendosi 50-79.

Ottimo l'avvio di partita dei ragazzi di Bongini che con i canestri di Tonelli si portano in vantaggio 10-2 nei primi 3' di gioco sfruttando gli errori dei primi tiri da fuori degli avversari, ma è di fatto l'unico momento positivo della squadra di casa che non riesce a trovare più il canestro contro la difesa 2-3 del Meloria che trova in Raffaelli e Vortici i migliori terminali offensivi, chiudendo la prima frazione di gioco in vantaggio di 8 lunghezze (14-22). Nel 2° quarto il Sei Rose continua a sprecare in attacco e ad essere poco incisivo in difesa e i ragazzi di Parcesepe ne approfittano per sferrare la mazzata decisiva giocando una buona pallacanestro e portandosi all'intervallo sul 27-44. Al rientro in campo, la musica non cambia, i locali provano a recuperare lo svantaggio con Manzi sottocanestro, ma ci pensano Mariani e Seminara a ristabilire il gap sopra i 20 punti; i ragazzi di Bongini si innervosiscono per alcune decisioni arbitrali e continuano a perdere terreno e a concedere contropiedi facili agli avversari, che non hanno problemi a gestire la partita e a terminare sul +29 un match mai in discussione (50-79).

Siamo partiti bene - afferma Bongini - riuscendo ad andare sopra 10-2 con una difesa aggressiva e giocando anche una buona pallacanestro. Appena però Meloria ha aumentato la pressione difensiva la musica è cambiata; noi abbiamo perso per tanti minuti la strada del canestro, subendo un parziale che ha di fatto chiuso la gara a favore della squadra ospite. In questa fase, abbiamo fatto alcuni errori in attacco che loro hanno convertito in rapidi contropiedi; ci siamo disuniti e non abbiamo più avuto la pazienza di costruire buoni attacchi come all’inizio. Dobbiamo essere più continui - afferma Bongini - e giocare per tutti e quaranta i minuti senza troppe pause e cali di intensità. Sarà anche banale, ma l’unico modo per uscire da questa situazione è lavorare bene, lavorare sodo, con il massimo impegno, cercando di aumentare i nostri minuti di buon gioco e migliorare la gestione dei momenti difficili durante la partita senza farci scoraggiare dagli ultimi risultati, ma lavorando con più grinta e attenzione. Il nostro primo obiettivo è quello di scendere in campo ad ogni allenamento e ad ogni partita con la giusta intensità e quella convinzione mentale che al momento non abbiamo; Meloria ha trovato subito una squadra che, appena ha incontrato le prime difficoltà, ha mollato e questa è la prima cosa sulla quale dovremo lavorare. Detto questo però va anche ribadito che sabato abbiamo incontrato una delle squadre più forti del campionato.

Parziali: 14-22 / 27-44 / 40-63 / 50-79.
Arbitri : Poli Riccardo di Lucca e Brizzi Andrea di Pistoia.

SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 4, Saletti, Bernardini, Fabbri 3, Perez 3, Manzi 18, Arzilli 6, Diagne 4, Tonelli 12, Salvadori. All. Bongini.
MELORIA LIVORNO : Storti 8, Seminara 10, Michelini 4, Rubini 5, Innocenti L. 2, Vortici 12, Luino 9, Mariani 12, Raffaelli 15, Innocenti D. 2. All. Parcesepe.

Ritorno di Fabbri contro il Meloria Livorno.

26 ottobre 2012

Buona notizia per coach Andrea Bongini, che per la partita di sabato sera alle 21 al PalaBalestri contro il Meloria Livorno potrà contare su Davide Fabbri; ieri sera l'ala cecinese ha svolto regolarmente l'allenamento dopo l'infortunio alla caviglia destra di giovedì scorso e stringerà i denti per dare una mano ai propri compagni e per riscattare l'amara sconfitta di sabato a Pisa.

I convocati del Sei Rose contro il Meloria: Chesi, Salvadori, Saletti, Bernardini, Perez, Manzi, Fabbri, Tonelli, Diagne, Arzilli.

4a giornata: IES Pisa 67-58 Sei Rose Rosignano.

21 ottobre 2012

Sconfitta che lascia l'amaro in bocca ai ragazzi di Bongini che si devono arrendere a Pisa per 67-58 solamente nel finale, dopo due primi quarti di buona pallacanestro e un 3° quarto da dimenticare.

A prendere in mano il gioco inizialmente sono i Pisani, ma il loro break (8-4) si spegne col passare dei minuti e poco alla volta il Sei Rose recupera lo svantaggio con una buona circolazione della palla in attacco e grazie soprattutto ad una difesa in area molto compatta, concludendo il 1° quarto in parità a quota 15. Alla ripresa del gioco, Bernardini e Arzilli prendono in mano la squadra, segnando con continuità col primo da 3 punti e col secondo da sotto canestro, ben coadiuvati da un Chesi preciso ai liberi, arrivando a metà partita in vantaggio 24-29. Al ritorno dall'intervallo, con i lunghi Arzilli e Manzi carichi di falli, Bongini ridisegna un nuovo assetto tattico, inserendo come 5 Diagne e come 4 alternando Perez/Tonelli in assenza di Fabbri e Pozzi, chiamando difese a uomo e a zona 2-3; purtroppo per il Sei Rose, questa nuova fisionomia della squadra non dà i frutti sperati, la squadra non trova più come prima la via del canestro e in difesa i centimetri dei lunghi costretti a stare in panchina si fanno sentire in negativo; Pisa ne approfitta per rimettere la testa avanti sin dall'inizio del quarto e continuando ad allungare fino al 44-34 di fine 3° tempino. Nell'ultimo quarto, il ritmo della partita si vivacizza, è ancora Bernardini che tenta di dare la scossa alla squadra con 2 triple importanti che riportano il Sei Rose a 3' dalla fine fino al -3, ma Pisa risponde con 3 triple ancor più pesanti, di cui 2 allo scadere dei 24" e una che rimbalza per tre volte sul ferro prima di entrare; nel tentativo di recuperare lo svantaggio, la squadra di Bongini adotta il fallo sistematico per fermare il cronometro, ma i locali sono infallibili dalla lunetta e il Sei Rose non può fare a meno che arrendersi a Pisa, 67 a 58 il risultato finale.

La vittoria di sabato scorso contro Viareggio - dice Bongini - aveva dato tanta fiducia a tutto l’ambiente, ma siamo una squadra rinnovata e in cui i giovani hanno un ruolo da protagonisti ed è normale che abbiamo bisogno di tempo per trovare la giusta amalgama. Rispetto alle trasferte precedenti però (Pielle in Coppa Toscana e in Campionato) abbiamo compiuto un passo avanti. In quelle due partite infatti ci siamo trovati a rincorrere gli avversari fin dai primi minuti, a Pisa invece abbiamo condotto per tutto il primo tempo e siamo stati in partita fino ai minuti finali. Ho visto miglioramenti, ma dobbiamo essere più continui. La pausa subita nel 3° quarto (20-5 il parziale a favore della squadra di casa) ci è costata la partita e anche nei minuti finali, quando siamo rientrati a -3, non abbiamo controllato un rimbalzo difensivo dal quale poi è nata la tripla che ci ha definitivamente tagliato le gambe. 
Dobbiamo riprendere a lavorare e cercare di recuperare quanto prima l’infortunato Fabbri che tanto ci è mancato nella trasferta di Pisa, dove, con i lunghi gravati di falli, abbiamo patito proprio nel 3° quarto la scarsa rotazione; sabato prossimo al Pala Balestri infatti dovremo affrontare il Meloria che è una corazzata, tra le favorite alla promozione in C2 e dovremo farci trovare pronti a difendere il nostro “fortino” e a conquistare quei due punti che potrebbero darci tanta fiducia per il prosieguo del campionato.

Parziali: 15-15 / 24-29 / 44-34 / 67-58.
Arbitri : Borselli di Firenze e Panicucci di Pisa.

IES PISA: Bruni 3, Siena 9, Fontana 6, Burato 9, Dal Canto 4, Pardi 4, Della Bartola 3, Giusti 3, Orsatti, Rinaldi 26. All. P.Campani
SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 10, Saletti 3, Bernardini 18, Conti, Perez 6, Manzi 2, Arzilli 10, Diagne, Tonelli 9, Vagelli. All. A.Bongini.

Nuovo infortunio, stop per Davide Fabbri.

19 ottobre 2012

Dopo il rientro di Chesi, ancora un nuovo infortunio colpisce la squadra di coach Bongini; questa volta si tratta di Davide Fabbri, che nell'allenamento di giovedì sera si è procurato una brutta distorsione alla caviglia destra in uno scontro fortuito di gioco. Oggi pomeriggio, Davide si è sottoposto alle dovute cure del fisioterapista che ha fasciato la caviglia e che dovrà portare fino a martedì, per poi iniziare alcune sedute di manipolazione. Pertanto, l'ala cecinese dovrà restare fuori per la trasferta di Pisa, in programma domani alle 18.30, con il serio rischio di dover dare forfait anche per l'incontro casalingo di sabato 27 alle 21.00 contro il Meloria Livorno.

I convocati del Sei Rose per la partita contro Pisa: Vagelli, Chesi, Conti, Saletti, Bernardini, Perez, Manzi, Tonelli, Diagne, Arzilli.

3a giornata: Sei Rose Rosignano 79-67 Vela Viareggio.

14 ottobre 2012

Grande prova di squadra del Sei Rose che si impone 79 a 67 sul Vela Viareggio, vittoria meritata e partita mai in discussione.
Il match inizia subito su ritmi alti, Diagne dà subito un buon apporto a rimbalzo su entrambi i lati del campo e Bernardini&Saletti guidano con rapidità le scorribande offensive locali, ma un super Bertuccelli mantiene a stretto contatto Viareggio segnando 2-3 bombe da quasi 8 metri solamente nel 1° quarto. Il ritorno in campo di Chesi, reduce dall'infortunio che lo ha costretto a saltare le prime due partite di campionato, si fa sentire nel 2° quarto, un ottimo smistamento del gioco e delle buone palle sotto canestro ad Arzilli che segna con continuità, portando Rosignano sul 35-24 di metà partita. Dopo l'intervallo lungo, la musica non cambia, Chesi segna triple importanti e smarca con buoni passaggi per le conclusioni di Tonelli e Manzi, mentre in difesa Fabbri subisce due sfondamenti da Iacopini, provocando il fallo tecnico e l'uscita per 5 falli del lungo di Viareggio. Nell'ultimo quarto, gli ospiti si innervosiscono per alcune decisioni arbitrali della coppia Bellissima&Raffaelli nel tentativo di recuperare lo svantaggio e tutto questo non fa altro che agevolare il compito dei ragazzi di Bongini, che continuano a giocare di squadra contro la difesa tutto campo avversaria e Perez spegne con due stoppate consecutive le ultime speranze di Viareggio; nell'ultimo minuto, Bongini dà spazio anche a Salvadori, concedendo gli applausi del pubblico all'uscita dal campo di Chesi, Arzilli, Tonelli, Bernardini e Manzi, tutti in doppia cifra, festeggiando così la prima vittoria in campionato del Sei Rose Rosignano e una tripla sulla sirena di fine partita di Viareggio fissa il punteggio sul 79 a 67 locale.

Una vittoria fortemente voluta e meritata dai miei ragazzi – afferma Bongini – frutto di un costante impegno e di grande attenzione, per tutta la gara soprattutto in difesa, alla quale ci siamo aggrappati anche quando in attacco abbiamo trovato delle pause come dimostrano i 41 punti concessi dopo 30 minuti di gara, alla squadra avversaria. Stiamo lavorando bene e quando lavori con impegno ed attenzione prima o poi i risultati arrivano; noi dobbiamo solo restare tranquilli e credere nel lavoro che facciamo sia quando perdiamo in maniera pesante come contro Donoratico, sia quando vinciamo come sabato contro Vela Viareggio.
Questa vittoria – continua Bongini – è importante soprattutto per il morale e deve farci guardare al futuro con più fiducia nei nostri mezzi, a partire dalla prossima sfida di sabato a Pisa. Vedo l’impegno che i miei ragazzi mettono ad ogni allenamento per le cose che chiedo; tutti hanno il giusto spirito di squadra e di fare tutto in funzione di essa. Sono contento per il rientro positivissimo di Chesi che ha sofferto tanto  in questi due mesi di assenza e che sabato è stato decisivo per la vittoria, per la prestazione di Arzilli molto concreto e determinato, ma anche per le prove di Manzi, Bernardini, Tonelli, Perez e Fabbri che hanno ben giocato. Un applauso poi anche Diagne e Saletti, due giovani che partita dopo partita stanno crescendo tanto e Salvadori grande uomo spogliatoio sempre positivo anche a scapito dei pochi minuti di impiego.
Occorre però rimanere coi piedi per terra; non abbattersi dopo le sconfitte è stato importante e ora altrettanto lo è il non fare voli di fantasia. Rimanere umili e continuare a lavorare con la stessa attenzione, maturità e determinazione nelle prossime settimane, solo più consapevoli dei nostri mezzi.

Parziali : 22-17 / 35-24 / 51-41 / 79-67.
Arbitri : Bellissima e Raffaelli di Livorno.

SEI ROSE ROSIGNANO : Chesi 13, Saletti 6, Bernardini 11, Fabbri 4, Perez 4, Manzi 10, Arzilli 13, Diagne 6, Tonelli 12, Salvadori. All. A.Bongini.
VELA VIAREGGIO : Taucci 3, Ghiselli 8, Simonetti 1, Raffaelli 12, Spilotro 2, Gazzentini 6, Iacopini, Robinson 11, Pardini, Bertuccelli 24. All. S.Giovannoni.

Ritorno di Chesi contro Viareggio.

12 ottobre 2012

Ottima notizia in casa Rosignano! Alberto Chesi si è allenato regolarmente con la squadra questa settimana ed è a disposizione di Bongini per la delicata partita di domani sera alle 21 al PalaBalestri contro il Vela Viareggio, ampiamente in anticipo rispetto alle previsioni. Perdente nella prima giornata contro Donoratico 59-48, dopo una partita non bella da vedere ma sempre a contatto con i locali per poi mollare solo nel finale con la difesa a zona 2-3 di coach Spina, Viareggio si è prontamente riscattata in casa contro Valdera dopo una battaglia durata 40' e decisa solamente nell'ultimo quarto, conclusa 67-59. Tra gli ospiti, saranno da tenere d'occhio Taucci e Simonetti, cercando di limitare la loro verve offensiva. Da sottolineare anche il ritorno agli allenamenti in settimana di Daniele Giammalva, lo scorso anno vice capitano del Sei Rose, ma che non farà parte dei 10 per questa partita.

I convocati del Sei Rose Rosignano: Arzilli, Manzi, Fabbri, Diagne, Perez, Tonelli, Chesi, Bernardini, Saletti, Salvadori. All. Bongini.

Post-derby, parla il ds Bimbi: "Voltare subito pagina".

7 ottobre 2012

Un day-after amaro. In casa Rosignano è il direttore sportivo Andrea Bimbi ad affrontare i temi caldi del match di ieri, sottolineando: “La gara non è stata brillante. Sin dall'inizio abbiamo capito che mancavano i presupposti per far bene. Donoratico ha giocato una partita intensa e aveva tanta voglia di fare bene e vincere, sostanzialmente abbiamo sofferto i ritmi elevati degli ospiti che hanno espresso una pallacanestro brillante ed effervescente. Sarebbe stato irrealistico e presuntuoso credere di superare Donoratico senza Chesi e altri due giocatori a mezzo servizio per postumi da infortuni; la cosa preoccupante è invece che contro Donoratico non siamo riusciti ad essere pericolosi in attacco con continuità ed il risultato ci ha castigato, ma siamo pronti a tornare in campo con la necessaria tranquillità e carica agonistica per riprendere il cammino".
Bimbi sposta poi la sua analisi sulle insidie del match contro i Lucchesi del Viareggio, che si disputerà sabato 13 ottobre alle ore 21 al PalaBalestri di Rosignano Solvay: “E’ un avversario in salute dal punto di vista del gioco e del morale, è uscito a testa alta dalla sconfitta contro Donoratico all'esordio in campionato, però sono convinto che stavolta il mio gruppo si allenerà in settimana con estrema determinazione e nutro grande fiducia per l’esito di questa partita”.

2a giornata: Sei Rose Rosignano 47-65 Basket Donoratico.

7 ottobre 2012

L’ostacolo Donoratico si rivela insormontabile per un Avis Rosignano che getta via la possibilità di riscattare la sconfitta della scorsa settimana davanti al proprio pubblico. Una partita che non ha mai visto Rosignano giocare secondo le proprie possibilità, con pedine importanti come Perez e Manzi apparsi ieri sera sottotono.
La squadra di Spina ha imposto sin da subito una difesa a zona 2-3 arcigna e fisica, molto presente sulle linee di passaggio e in attacco ha sfruttato al massimo la verve di Vicenzini e Bianchi. Così, dopo i primi minuti, Donoratico inizia a macinare il suo gioco per arrivare alla fine del 1° quarto con un distacco di 6 punti (10-16). Nella seconda ripresa, la storia non cambia, Donoratico prova ad allungare su Rosignano, ma il solo Tonelli riesce a mantenere a stretto contatto la squadra di Bongini agli avversari. Nel 3° quarto, gli ospiti piazzano un break che li porta avanti sopra la decina di punti, ma Rosignano riesce ad ingranare la marcia portandosi fino al -4 grazie al solito Tonelli dalla distanza e ad un mini-break di Fabbri, seguito da un nuovo allungo donoraticense firmato da Bartolini. L'ultimo quarto parte all'insegna del nervosismo, complice qualche fischio fuori luogo della coppia arbitrale da entrambe le parti, e ad approfittare del momento caldo è Donoratico con le conclusioni di Bottoni e Spina che tagliano le gambe al Sei Rose che sprofonda fino al -18 finale.
Il coach Bongini non cerca alibi: "Hanno giocato meglio di noi, meritandosi la vittoria. Abbiamo giocato come sappiamo soltanto a sprazzi e questo non basta. Non abbiamo avuto la continuità necessaria per vincere certe partite". Bongini sa che il momento è veramente di quelli difficili: "E' un periodo difficile per tutti, in primis per coloro che dovrebbero essere i nostri punti fermi. Non riusciamo ad esprimerci al meglio, ma Rosignano deve reagire".

Parziali: 10-16, 20-26, 36-44, 47-65
Arbitri: Mangini e Salvo di Pisa.

SEI ROSE ROSIGNANO: Saletti 3, Bernardini 8, Perez 2, Manzi 3, Fabbri 4, Tonelli 19, Diagne 2, Arzilli 6, Zaccagnino, Gavarini. All.Bongini.
ART.ING. DONORATICO: Bartolini 6, Muti, Vicenzini 10, Spina C. 9, Bottoni 12, Cassanmagnago 4, Frolli 2, Popusoi, Bertocci n.e., Bianchi 22. All.S.Spina.

Il punto della situazione alla vigilia del derby.

5 ottobre 2012

I biancoblu tornano in campo sabato 6 ottobre al PalaBalestri alle ore 21:00 contro il Basket Donoratico.
Momento della verità per Rosignano e posta in palio alta per entrambe le squadre che cercheranno di portare a casa 2 punti importanti, proprio in vista dei propri obiettivi.
Il Sei Rose ha sostenuto in settimana un allenamento intenso, in vista dell’importante derby. Coach Bongini potrà contare su un gruppo compatto e motivato: “Stiamo lavorando bene per cercare di affrontare al meglio la sfida con Donoratico. Siamo consapevoli che sarà una gara difficile, in cui dobbiamo opporre una difesa solida e compatta, importante sarà l’apporto dei nostri lunghi. Rosignano dovrà fare della forza del gruppo l’arma vincente per affrontare una squadra imponente dal punto di vista fisico, con atleti di talento quali Bottoni, Bartolini, Vincenzini e Bianchi. Occorre una condizione fisica ottimale, per affrontare i nostri avversari che possono contare su una maggiore fisicità”, afferma coach Bongini. “Chiederò a tutti un maggiore sforzo fisico per aumentare la pressione difensiva ed allo stesso tempo di recuperare velocità per creare occasioni in contropiede”. Vietato sbagliare dunque e questo il coach sta cercando di farlo capire ai suoi giocatori.

I convocati per il Sei Rose: Arzilli, Manzi, Fabbri, Diagne, Perez, Tonelli, Zaccagnino, Bernardini, Saletti, Gavarini. All. Bongini.
Probabile formazione del Basket Donoratico : Bianchi, Bottoni, Bartolini, Muti, Frolli, Vicenzini, Bertocci, Cassanmagnago, Popusoi, Spina. All. Spina.

1a giornata: Pielle Livorno 63-54 Sei Rose Rosignano.

1 ottobre 2012

Inizia con una sconfitta il campionato 2012/2013 dell’Avis Rosignano che scivola, inteso metaforicamente ma anche letteralmente, al PalaCosmelli di Livorno contro la Pielle Livorno 63 a 54.
L’avvio dei padroni di casa, spinti dal solito caloroso tifo piellino, è stato agghiacciante per il Sei Rose, che nei primi 6’ di gioco è stato dominato dalla furia agonistica e dalla precisione al tiro dei livornesi che hanno subito piazzato un break di 23-8 con le triple di Scardigli, Cionini e Vannini, due delle quali al termine dei 24”. Coach Bongini chiama timeout e striglia a dovere i propri ragazzi per il comportamento passivo in difesa e per cercar di fermare l’ondata di entusiasmo dei locali. Rosignano ritorna in campo più determinato e concentrato, riuscendo ad accorciare fino al 23-16 con i canestri di Bernardini e Saletti, ma di nuovo Cionini da oltre l’arco allo scadere del 1° quarto riporta la Pielle a 10 lunghezze di vantaggio (26-16).
Il diluvio che ha colpito Livorno è il nuovo protagonista della partita. Al PalaCosmelli infatti si è aperta una falla nella zona delle finestre e l’acqua ha fatto il suo ingresso sul parquet di gioco, mettendo così a serio rischio l’incolumità fisica dei giocatori in campo. Gli arbitri decidono di sospendere temporaneamente il match, attesa che durerà ben 45’ prima di riniziare a giocare. Nel frattempo, i tifosi piellini si sono dati da fare con rotoli di carta igienica per arginare lo scorrere dell’acqua, agevolando così la ripresa del gioco.
La partita ricomincia sulla falsa riga di fine 1° quarto, il tentativo di un nuovo allungo dei locali è seguito dalla pronta risposta del Sei Rose che non vuole farsi sfuggire la partita dalle mani e riesce ad accorciare ancora fino al -7 di metà partita grazie alle conclusioni di Tonelli.
Al rientro in campo, la Pielle trova difficoltà ad arrivare a canestro grazie all’alternanza di difese a uomo e a zona 2-3 chiamate da Bongini e Perez e Bernardini portano Rosignano fino al -2 (43-41), ma la bomba di Mori allo scadere dei 24” punisce ancora una volta la buona azione difensiva del Sei Rose e riaccende il tifo livornese sino a quel momento ammutolito dal break ospite e il parziale di quarto termina sul 48-42 per i locali.
Nell’ultimo quarto, coach Marzini chiama la zona 3-2, costringendo Rosignano più volte a palle perse e Scardigli in contropiede ammazza definitivamente la partita in favore della Pielle. Rosignano tenta di recuperare lo svantaggio con pressing a tutto campo, ma l’ottima difesa degli esperti Mori e Bandaccheri coadiuvati da Vannini limita Arzilli, Manzi e Fabbri e vanifica ogni speranza ospite di poter riagguantare la partita, che termina dopo più di 2 ore di gioco col punteggio di 63 a 54.

Il Ds Andrea Bimbi ingoia giù il boccone amaro: “C’è tanto rammarico per com’ è andata a finire – spiega deluso – noi dobbiamo fare ammenda perché non abbiamo giocato bene, siamo entrati timorosi, nervosi in campo, loro si sono confermati una squadra fortemente attrezzata per un campionato di alto livello; sono dieci giocatori che compongono una squadra tosta e molto fisica, è stata una partita caratterizzata dalle difese, ma pur non giocando bene abbiamo per molti minuti avuto la possibilità di dare la svolta alla partita, ma il pallone non voleva saperne di entrare, quando abbiamo cercato i tiri del sorpasso la fortuna ci ha voltato le spalle. Comunque una sconfitta non deve abbattere l'umore del Rosignano, l'importante è ripartire sin da subito con grande convinzione e cancellare gli errori di gestione della gara”.

“Siamo partiti troppo molli in difesa, in un campionato come questo non te lo puoi permettere – ci spiega Andrea Bongini, coach del Sei Rose –. Dopo sei minuti eravamo già sotto di 15 punti e a quel punto era veramente difficile recuperare. Resta il rammarico perché partendo diversamente con più cattiveria agonistica avremmo potuto portare a casa i due punti. Abbiamo sofferto l’ottima organizzazione della Pielle non riuscendo a trovare le giuste soluzioni in attacco. Avremmo dovuto essere più veloci nella circolazione di palla per creare maggiori soluzioni al tiro. Nel complesso non posso giudicare negativo il giudizio sulla gara vista la caratura degli avversari che avevamo di fronte. Buona sicuramente la prestazione a livello caratteriale ed agonistico anche se alla fine non posso ritenermi certo soddisfatto in quanto parliamo pur sempre di una sconfitta. Lavoreremo per rifarci già dalla prossima partita contro Donoratico".

Parziali: 26-16, 36-29, 48-42, 63-54
 Arbitri: Mangini e Panicucci di Pisa.

PIELLE LIVORNO: Botteghi 6, Scardigli L. 19, Burgalassi 2, Bandaccheri 4, Mori 3, Bernini 7, Capobianchi 6, Massoli, Vannini 10, Cionini 6. All.: Marzini.
SEI ROSE ROSIGNANO: Vagelli n.e., Saletti 7, Bernardini 17, Perez 8, Manzi 2, Fabbri 2, Tonelli 16, Diagne, Arzilli 2, Pozzi. All.: Bongini.

 

Domani esordio in campionato al Palacosmelli.

29 settembre 2012

L’Avis Sei Rose Rosignano è in procinto di affrontare la difficile trasferta contro una formazione di tutto rispetto, valevole per la prima di campionato di serie D girone B della stagione 2012-2013: il Basket Pielle Livorno. Una sfida indubbiamente difficile, ma i biancoblù arrivano all’appuntamento preparati e consapevoli di dover dare il meglio.
Andrea Bongini è fiducioso: "In settimana ci siamo allenati bene e il morale è alto". La fotografia scattata dal coach alla sua squadra dà fiducia a tutto l’ambiente, consapevole però della validità degli avversari: "La loro forza è il gruppo. Hanno una rosa di quattordici giocatori, tra i quali ogni settimana l’allenatore sceglie i dieci convocati, con una notevole rotazione".
L’appuntamento è fissato per domani pomeriggio alle 18 presso il PalaCosmelli di Livorno.

I convocati per il Sei Rose: Vagelli, Saletti, Bernardini, Fabbri, Perez, Manzi, Arzilli, Diagne, Tonelli, Pozzi.

Per Chesi ancora un mese di stop.

25 settembre 2012

Il play del Rosignano Alberto Chesi si è sottoposto lo scorso fine settimana ad ulteriori accertamenti riguardo l’infortunio riscontrato negli ultimi giorni di agosto. La parziale lesione del tendine estensore del dito anulare della mano destra è migliorata col tempo e pertanto non sarà necessario ricorrere all’intervento chirurgico. Nonostante ciò, Alberto dovrà stare ancora fuori per 4 settimane, periodo che comprende il recupero totale dall’infortunio e la successiva riabilitazione, costringendo così il play cecinese a saltare le prime 4 giornate di campionato e a ritornare in campo quando il Sei Rose sarà impegnato nel match casalingo contro il Meloria Livorno di sabato 27 ottobre.

Coppa Toscana: Sei Rose Rosignano 49-72 Libertas Liburnia.

22 settembre 2012

Niente da fare per i ragazzi di Andrea Bongini che devono arrendersi alla maggior caratura tecnica e fisica della Libertas Liburnia Livorno, squadra retrocessa quest’anno dalla DNC (C1) alla C regionale (C2), perdendo con il punteggio di 49 a 72, un risultato che non rispecchia il reale andamento del match.
Partita subito vivace fin dalle battute iniziali, dove gli esperti labronici tentano di allungare da subito, ma i punti di Fabbri e i ganci di Arzilli mantengono il Rosignano a stretto contatto con gli ospiti, che terminano in vantaggio 17-20 la prima frazione. Nel 2° quarto la Libertas aumenta la pressione difensiva con raddoppi a metà campo e difesa a zona 3-2, costringendo il Sei Rose a ripetute palle perse e a subire contropiedi in campo aperto, mettendo un break nei secondi 10’ di partita di 4-13 (21-33). Nel 3° quarto la musica non cambia, è sempre la squadra gialloblu a fare la partita, ma nonostante tutto i locali trovano nuove soluzioni offensive contro la uomo avversaria con le penetrazioni di Bernardini e i canestri da sotto di Manzi e il parziale di quarto è sempre in favore dei labronici per 17-18 (38-51). Nell’ultimo quarto Bongini dà spazio anche alla panchina e la differenza tra i due quintetti è evidente, complice l’abbondanza di falli di alcuni elementi nelle file biancoblu, e la tripla da metà campo di tabella di Salvadori sancisce la fine della partita, 49-72 il finale in favore della Liburnia che passa così al primo posto a punteggio pieno agli ottavi di finale della Coppa Toscana, eliminando così la Pielle Livorno e il Sei Rose Rosignano.
Pur segnando solo 14 canestri dal campo (con poco più del 30%), nonostante la non-giornata al tiro di Perez e Tonelli e le 28 palle perse di squadra, si intravedono comunque margini di miglioramento in casa Rosignano, con la consapevolezza che c‘è ancora tanto da lavorare e da sudare in allenamento per arrivare più pronti possibile al primo appuntamento stagionale di domenica 30 settembre in casa della Pielle Livorno.

SEI ROSE ROSIGNANO: Arzilli 8, Bernardini 13, Diagne, Fabbri 5, Manzi 11, Mochi, Perez 1, Pozzi, Saletti 3, Salvadori 3, Tonelli 3, Vagelli 2. All. Bongini.

Coppa Toscana: Pielle Livorno 56-51 Sei Rose Rosignano.

17 settembre 2012

Il Sei Rose Rosignano perde ma non delude.
Buona prova dei nostri ragazzi in Coppa Toscana contro una squadra di pari categoria formata da giocatori esperti e molto fisici come Bandaccheri, Vannini e Scardigli.
Rosignano, pur essendo ancora un cantiere in costruzione, ha affrontato a viso aperto l’avversario non mollando mai e questa è una buona base di partenza. Abbiamo sopperito ad assenze importanti come quella in regia di Chesi giocando di squadra e con il cuore.
Dopo il minuto di silenzio in ricordo di Francesco Scali, giocatore classe ’91 del Basket Venturina scomparso nella giornata di sabato, gli arbitri danno il via alla partita.
I locali partono subito forte come era lecito aspettarsi, cercando di riscattare la sconfitta subita per 67-56 nel derby contro la Libertas Liburnia Livorno, con veloci ripartenze che hanno messo in crisi i ragazzi di Bongini, apparsi inizialmente appesantiti dai carichi di lavoro delle ultime settimane. Nel 2° quarto il tecnico chiede ai suoi più intensità in difesa e prontamente arriva la reazione, costringendo l’attacco livornese a ripetute violazioni dei 24”, ma lo scarto tra le due squadre rimane pressochè invariato da quello di fine 1° quarto. Il 3° quarto incomincia sulla falsa riga del 1°, complice qualche distrazione di troppo in fase di impostazione di gioco, segno che i nuovi schemi devono ancora essere acquisiti più fluidamente, e Scardigli L. ne approfitta andando ad appoggiare facile a canestro più volte. Nell’ultimo quarto la storia cambia, Bongini chiama la zona 2-3 e i livornesi vanno in difficoltà sotto la grande pressione difensiva rosignanese, perdendo anche certezze in fase difensiva, dove Tonelli ma soprattutto Bernardini danno la carica per la rimonta e sfruttano al meglio gli ottimi assist di Saletti (classe ’93, per lui esordio in una partita senior), piazzando un break nel finale di 5-17; a 44” dalla fine sul 53-51, viene sprecata la palla del pareggio e il fallo sistematico è d’obbligo per cercare di fermare il tempo, con la sirena che decreta la fine dell’incontro col punteggio di 56 a 51 in favore della Pielle Livorno.
Questo sarà un campionato difficile con partite dure e noi abbiamo dimostrato che saremo pronti ad affrontarle.
Siamo una squadra giovane (ieri 6 Under in campo) che sta lavorando per raggiungere la forma migliore per la prima di campionato; dobbiamo avere pazienza e dare tempo ai ragazzi di apprendere quanto chiesto a loro sia in attacco che in difesa.

Parziali: 22-13, 30-22, 47-34, 56-51
Arbitri: Gambis e Bellissima.

PIELLE LIVORNO: Burgalassi, Scardigli L. 16, Scardigli A. 3, Bandaccheri 4, Mori 2, Bernini 4, Capobianchi, Massoli 5, Vannini 7, Vaccai 12, Cionini 3. All.: Marzini
SEI ROSE ROSIGNANO: Saletti 5, Bernardini 12, Perez 8, Gavarini, Manzi 8, Fabbri, Dell’Omo, Tonelli 12, Diagne 4, Arzilli 2, Zaccagnino. All.: Bongini.

Prossimo test giovedi 20 alle ore 21.00 al Palazzetto Gianni Balestri contro la Libertas Liburnia Livorno, il passaggio del turno è ancora tutto da decidere; infatti, per differenza canestri la Pielle è già fuori dai giochi, mentre a Rosignano servirà una vittoria >= 9 punti di scarto in questo ultimo match per accedere alla fase diretta della Coppa Toscana.
Ricordiamo che la capienza del palasport di Rosignano è stata ridotta a 99 persone, cifra che comprende non solo il pubblico, ma anche giocatori, arbitri, dirigenti, tecnici, ufficiali di campo e custodi. Il motivo della riduzione di capienza è che il Comune è in attesa di ottenere una nuova certificazione per la prevenzione incendi, necessaria per riportare la capienza a quella di sempre (oltre 200 persone).

Prima grossa tegola della stagione, Chesi out per infortunio.

30 agosto 2012

Durante l’allenamento del 28 agosto, Alberto Chesi ha dovuto lasciare prematuramente il campo da gioco per un infortunio alla mano destra.
Le analisi hanno riscontrato la lesione del tendine estensore del dito anulare in seguito all’iperestensione dello stesso tendine, non riportando nessun tipo di frattura. Tra 20 giorni verrà deciso, in base ad ulteriori analisi, se operare o meno. Nelle migliori delle ipotesi, questo infortunio terrà lontano il play cecinese dalla palla a spicchi per almeno 5 settimane; qualora sarà necessario l’intervento chirurgico, il tempo di recupero sarà di circa 3 mesi.
Nell’allenamento del 29, Alberto ha comunque svolto regolarmente la preparazione atletica, con l’intento di ritornare al più presto in campo.

Inizio della preparazione atletica.

22 agosto 2012

Vacanze finite per il Basket Sei Rose Rosignano che ha ripreso a sudare lunedì 20 agosto in vista del campionato regionale di serie D.
Rinnovato il roster, nel nome di un costante impegno per valorizzare e lanciare giocatori giovani, portato avanti dal presidente Mario Gozzoli e dal direttore sportivo Andrea Bimbi.
Novità anche in panchina dove troveremo un volto nuovo, ex Basket Cecina, Andrea Bongini, coadiuvato dai suoi assistenti Stefano Cecconi e Simone Raspo.
Anche nella stagione alle porte sarà Avis Rosignano lo sponsor principale della squadra: un connubio sempre vivo quello tra la società e l’associazione di volontariato.
La prima settimana di lavoro sarà dedicata alla preparazione atletica, anche per consentire a Bongini di conoscere i giocatori. Dal 27 inizieremo a lavorare con il pallone, in attesa dell’esordio in Coppa Toscana il 12 settembre.
Grande fiducia anche da parte dello staff dirigenziale che nei mesi estivi si è impegnato a costruire una squadra giovane ma anche capace di far bene, come spiega il direttore sportivo Andrea Bimbi: “Pensiamo di aver costruito una squadra che, pur giovane, possa riuscire a farci divertire, attraverso un gioco intenso e veloce. Ancora non siamo al completo ma crediamo di essere partiti con il piede giusto. E’ bello il clima che si respira, c‘è entusiasmo e soprattutto abbiamo voluto una squadra su cui lavorare, con uno sguardo rivolto non soltanto a questa stagione ma anche al futuro. A differenza di altre società, quest’anno raccoglieremo il frutto del lavoro degli ultimi anni e proseguiremo seguendo le stesse idee: prendere giocatori giovani e meno giovani e valorizzarli in serie D. Daremo ai nostri giovani la possibilità di crescere ancora. L’obiettivo resta la salvezza da raggiungere il prima possibile. Poi vedremo.”
Il roster: Chesi, Bernardini, Fabbri, Perez, Manzi, Arzilli, Diagne, Giammalva, Zaccagnino, Salvadori e Vagelli. Tra i volti nuovi Tonelli, Saletti, Dell’Omo, Gavarini, Mochi e Conti.